menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A Seravezza il Rimini chiude il suo 'tour de force', Mastronicola vuole i 3 punti a tutti i costi

"Stanno tutti bene fondamentalmente, anche soprattutto mentalmente. Se c’è qualche variazione da fare, la faccio non in base alla condizione fisica"

Dopo il pareggio contro il Lentigione, il Rimini vuole sfruttare la trasferta di Seravezza per ritrovare i 3 punti (1-1 il risultato del match d'andata). In Toscana mercoledì pomeriggio i biancorossi chiuderanno un vero e proprio 'tour de force', con ben otto partite disputate nel mese di aprile. 

Alla vigilia dell’impegno contro la quintultima della classe, mister Alessandro Mastronicola esordisce chiarendo l’obiettivo dei suoi ragazzi: “Nelle partite precedenti avevamo solo bisogno di punti, ne sono arrivati 2. Per come sono arrivati va bene, non andrebbe bene se la storia si ripetesse anche domani. Cerchiamo di fare tutto il possibile per fare meglio di queste ultime uscite”.

Ultimamente i romagnoli stanno prendendo la brutta abitudine di andare sempre in svantaggio, un problema che – secondo l’allenatore – va risolto attraverso un lavoro oltre il terreno di gioco: “Credo che non basti allenarsi solo in campo per cercare di sopperire a questa mancanza, le 20 ore passate lontano da esso sono più fondamentali delle 4 passate qui, per quanto riguarda l’attenzione e quello che si vive del calcio”.

L’avversario che si troveranno davanti i biancorossi sarà di caratura ben diversa rispetto alle ultime due formazioni affrontate. Sono infatti 13 i punti di vantaggio del Rimini sul Seravezza Pozzi. “È una squadra cattiva agonisticamente – spiega Mastronicola - superiore a tante altre che occupano la stessa zona di classifica. L’organizzazione e la capacità dell’allenatore di variare giocatori e modulo a seconda dell’avversario sono da tenere in considerazione”.

A Seravezza non saranno della partita soltanto Valeriani, Canalicchio e Nigretti. “Stanno tutti bene fondamentalmente, anche soprattutto mentalmente. Se c’è qualche variazione da fare, la faccio non in base alla condizione fisica”. Nessun mistero invece su Vuthaj, che domenica era subentrato: “È riposato e disponibile, spero vivamente in lui. Non ci sono problemi di nessun tipo con Vuthaj, è il nostro goleador però l’ho fatto un attimo rifiatare… ne aveva proprio bisogno”.
 

-> Tutti i risultati sportivi dei campionati locali

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento