Superstock, c'è tanta Rimini sul podio: domina Rinaldi, terzo Tamburini

La Ducati sta puntando sulla sua crescita e Micheal Ruben Rinaldi sta ripagando Borgo Panigale della fiducia

La Romagna si conferma terra dei motori e continua a sforzare talenti delle due ruote a ripetizione. La Ducati sta puntando sulla sua crescita e Micheal Ruben Rinaldi sta ripagando Borgo Panigale della fiducia. Il giovane pilota riminese ha conquistato ad Aragon il primo round del campionato Superstock 1000, categoria propedeutica alla Superbike. Dopo aver conquistato la pole position con il nuovo record del tracciato, il portacolori della rossa ha salutato la compagnia a suon di giri veloci, precedendo con ampio margine il francese della Yamaha Florian Marino. Bellissima la lotta per il terzo posto, con il riminese Roberto Tamburini (Yamaha) che ha regolato all'ultima curva il nuovo fenomeno turco Toprak Razgatlioglu (Kawasaki), abilissimo ad evitare un highside. Completa la top five il ravennate della Bmw del team Althea Marco Faccani; settimo il belliarese Luca Vitali (Aprilia). Il ritmo imposto da Rinaldi ha costretto alla resa il talento dell'Aprilia Maximilian Scheib, incappato in una caduta al sesto giro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Incredibile la gioia, mista a commozione, per Rinaldi, festeggiato con tantissimi abbracci al parco chiuso dal team: "E' stato difficile questo inverno ed ho lavorato sodo perchè non tutti credevano in me - ha esclamato -. Mi sono allenato duramente. Abbiamo dimostrato di esser competitivi. Abbiamo dato subito un bel distacco e questa vittoria  la dedico a chi crede in me". "Non sono partito bene e ho fatto una gara in rimonta - ha commentato Tamburini -. Soffrivo in ingresso di curva, anche perchè questo inverno un infortunio mi ha penalizzato -. C'è ancora del lavoro da fare. La moto si impennava molto durante la gara e dovremo lavorare per la messa a punto in ingresso curva per esser più veloci e fare meno fatica. Questo podio ci voleva".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, contatti diretti e indiretti: cosa fare se sospetto di essere stato contagiato?

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

  • Autobus sorpassa gruppo di ciclisti, rovinosa caduta per un corridore amatoriale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento