MotoGp, su Youtube video crudele contro Marco Simoncelli

Mentre si avvicina il 20 gennaio, il giorno che avrebbe visto Marco Simoncelli compiere 25 anni, sul web spunta un video che offende la memoria del pilota tutto cuore e simpatia di Coriano

Mentre si avvicina il 20 gennaio, il giorno che avrebbe visto Marco Simoncelli compiere 25 anni, sul web spunta un video che offende la memoria del pilota tutto cuore e simpatia di Coriano. “Marco Simoncelli è morto e...chi se ne fotte”, due minuti e trentaquattro secondi di autentica cattiveria, è stato postato su Youtube il 28 dicembre scorso e per il momento ha fatto quasi 10mila visite. Sulle note di “Always, wu” degli Volbeat scorrono le immagini del compianto “Sic”.

L'utente ha postato anche la foto del tragico incidente che ha stroncato la vita dell'ex campione del mondo della 250cc a Sepang, durante il Gran Premio della Malesia. Sullo sfondo un'atroce scritta cubitale in rosso: “Muore sotto le ruote della ricchezza e del lusso”. Il video continua nella sua sequenza di foto ed offese nei riguardi di Valentino Rossi (“le finte lacrime dell'amico pagliaccio”), Paolo Simoncelli (“il dolore sarcastico di chi non ha mai dovuto mantenerlo”) e di Kate Fretti (“lo sguardo impassibile di una ragazzina ingenua attratta solo dal dio denaro del conto del 'Sic'”).

A detta di chi ha pubblicato il video su Youtube, Simoncelli è morto “ricco, alla faccia dei milioni di suoi coetanei che sono alla disperata ricerca di un lavoro”; e “non ha portato nessun utile alla società e al mondo del proletariato, nonostante ha navigato nell'oro”. Secondo il creatore del video, “Super Sic” “ha ispirato i moderni teppisti sulle due ruote, che si rifacevano a lui”; “tamarri di strada senza rispetto per nulla”, “i quali sono quotidianamente sulle cronache nere”.

Sono numerosi i commenti postati contro questo video, tutti ovviamente denigratori nei confronti di chi ha postato due minuti e trentaquattro secondi di assoluto accanimento contro chi non c'è più. A segnarle l'esistenza di questo video è stato Gianluca Benzoni, dirigente Giovani Udc Ravenna. “La cattiveria di alcune persone non ha limiti e, anche questa volta la dimostrazione è sotto gli occhi di tutti”, ha evidenziato l'esponente centrista.

Neppure la morte di Marco ha fermato la crudeltà, l’ignoranza di alcune persone che, prima su Youtube e poi su Facebook, hanno pubblicato un video commentato con frasi che gelano il sangue, con una crudeltà unica, totalmente spregevole e assolutamente da denunciare assieme all’autore dello stesso – ha evidenziato Benzoni -. Offende la memoria di questo ragazzo, che ci ha lasciato pochi mesi fa, e con lui tutti i suoi familiari amici, conoscenti e non. Difficile vederlo perché tanto è il male che fa”.

Poche parole a commento di questo scempio – prosegue amareggiato il dirigente Giovani dell'Udc Ravenna -. Youtube, Facebook e tutti i social network, sono anche questo, libertà di parola a chi, purtroppo, utilizza questa possibilità per mostrare al mondo la propria stupidità e Ignoranza”. Benzoni chiede che si “chiuda immediatamente il video su internet, a solidarietà della memoria di Simoncelli e di tutti i suoi familiari”.

 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento