Moto2, Bezzecchi perfetto: Valencia è sua. E Bastianini torna in vetta al campionato

Il riminese del team Sky Racing Team VR46 è stato autore di una gara semplicemente perfetta in una domenica che ha visto il mondiale Moto2 riaprisi a favore di Enea Bastianini

Marco Bezzecchi cancella la delusione di Aragon e trionfa al Gran Premio d'Europa a Valencia. Il riminese del team Sky Racing Team VR46 è stato autore di una gara semplicemente perfetta in una domenica che ha visto il mondiale Moto2 riaprisi a favore di Enea Bastianini dopo il clamoroso errore di Sam Lowes. La lotta per il titolo, quando mancano due prove alla fine della stagione, è sempre più serrata: Bastianini, giunto quarto al traguardo, torna in vetta alla classifica con 184 punti, con sei lunghezze di margine su Lowes, 20 su Luca Marini (sesto) e 29 su Bez.

Bezzecchi racconta di "una gara difficile, lunga ma bellissima. Al via ho preso qualche rischio: ci provato a portarmi in avanti e a dettare il ritmo. Ho cercato di rimanere concentrato, di guidare il più pulito possibile e mantenere il vantaggio. Gli ultimi giri, ho iniziato ad avere qualche problema, una cosa successa già venerdì. In seconda non avevo potenza, ero terrorizzato che la moto si fermasse, ma sono rimasto tranquillo e ho tagliato il traguardo primo grazie al super lavoro di tutto il Team". A salire sul podio anche Jorge Martin e Remy Gardner. Ottimo l'ottavo posto di Nicolò Bulega. "Sono contento di questa gara - afferma il portacolori del team Gresini -. Venivamo da un periodo difficile e il fine settimana è andato bene: sia in qualifica che in gara abbiamo trovato la top10 e in condizioni completamente opposte. Avevamo bisogno di un risultato positivo e ora proveremo a costruirci il nostro finale di stagione". Un punto per Stefano Manzi (Mv).

In Moto3 lo spagnolo Raul Fernandez si è imposto in una corsa ricca di copi di scena e che ha visto uscire di gara via via tutti i piloti di primo piano. Sul traguardo lo spagnolo ha preceduto il suo connazionale Sergio Garcia e il giapponese Ai Ogura, quarto posto e podio sfiorato per appena 32millesimi per l'italiano Tony Arbolino. Tutti out invece i piloti impegnati nella cosa al mondiale: prima è uscito Celestino Vietti, poi il britannico John McPhee, quindi lo spagnolo Jaume Masià. Lo spagnolo Albert Arenas, leader della classifica mondiale è uscito dopo aver subito danni alla moto, poi è rientrato in pista dopo un lungo stop ai box, ed ha subito la bandiera nera dalla direzione di gara. La nuova classifica iridata vede sempre Arenas al comando con 157 punti, tallonato da Ogura con 151, terzo Vietti fermo a 137. Capitolo romagnoli: 12esimo Andrea Migno, entrambi out i portacolori del Team Sic58 Niccolò Antonelli e Tatsuki Suzuki. "Ho provato a lottare per chiudere primo del mio gruppo, ma non ero abbastanza veloce, facevo fatica e nel finale ho perso qualche posizione", osserva Migno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Alessandro Andreini la combina grossa e viene espulso dal Collegio

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Una nevicata e oltre 400mila luci per lo show di Riccione Christmas Star con la musica di Ralf

  • Inizia la Lotteria degli scontrini: come ottenere il codice per vincere fino a 5 milioni di euro

  • Dpcm 3 dicembre: feste di Natale solo tra conviventi, viaggia solo chi deve rientrare nella residenza

Torna su
RiminiToday è in caricamento