Moto2, nella prima giornata di libere i piloti riminesi affondano ad Assen

Risultati deludenti con tutta la pattuglia relegata nella seconda metà della classifica

Risultati deludenti per la pattuglia dei piloti riminesi impegnati, ad Assen, nella classe Moto2 del motomondiale. Al termine della prima giornata di libere, tutti sono relegati nella seconda metà della classifica. Il migliore è Enea Bastianini (Italtrans Racing Team) a 6 decimi dal miglior tempo fatto segnare da Brad Binder e che gli vale la 17esima casella. Segue Nicolò Bulega (SKY Racing Team VR46) col 19esimo tempo, Stefano Manzi (MV Agusta Idealavoro Forward) 20esimo e Marco Bezzecchi (Red Bull KTM Tech 3) 22esimo. Nel corso della prima giornata, tuttavia, si sono registrati momenti di paura per un contatto tra Stefano Manzi e il pilota della Idemitsu Honda Team Asia Dimas Ekky Pratama. Il riminese e l'indonesiano si sono toccati alla curva 9 innescando una caduta molto rovinosa per quest'ultimo che ha perso conoscenza per una quarantina di secondi. Immediata la bandiera rossa ed il suo trasferimento al centro medico, dal quale poi sono arrivate buone notizie. Per lui si parla di un trauma cranico commotivo, ma Pratama poi ha ripreso conoscenza e parlava. In ogni caso, per lui è stato predisposto il trasferimento in ospedale per accertamenti, anche se sembra che il peggio sia stato scongiurato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Quelle strane coincidenze", Wuhan e Codogno vicini alla fiera del Sigep

  • Quattro pazienti in Rianimazione riprendono a respirare da soli: per loro si intravede la luce in fondo al tunnel

  • Il ministro dell'Istruzione: "L'anno scolastico sarà valido"

  • Coronavirus, ecco i varchi d'accesso per la provincia di Rimini: sono in tutto 38 strade

  • "Se curva epidemiologica non si abbassa, entro le prossime 2 settimane servono ospedali da campo"

  • Giornata da dimenticare per il territorio: +116 malati e 7 decessi

Torna su
RiminiToday è in caricamento