Moto3 a Jerez, la pole a Martin: seconda fila tutta riminese

Ottavo crono per la Honda del team Leopard di Enea Bastianini.

Non è arrivata la pole, ma i piloti riminesi sono stati tra i protagonisti delle qualifiche del Gran Premio di Spagna a Jerez, quarto round del mondiale Moto3. Parla romagnolo la seconda fila dello schieramento, con Niccolò Antonelli, alfiere della Honda del team Sic 58 Squadra Corse, e le Ktm di Marco Bezzecchi ed Andrea Migno. Partiranno alle spalle del poleman Jorge Martin (Honda Team Gresini), della ktm di Oettl e dell'altra Honda Gresini di Fabio Di Giannantonio.

Commenta Antonelli: "Nelle libere della mattina ho confermato il feeling che qui ho avuto già dal venerdì. Dovevamo solo scegliere la gomma giusta perché a Jerez anche la mescola più dura ha un ottimo potenziale. Nelle ufficiali sono partito subito forte e tutto il turno sono stato nei primissimi posti. Nel time attack finale tantissimi piloti aspettavano in pista una scia e non ho trovato mai pista libera. La quarta posizione mi va un po' stretta, ma sono contento".

Ottavo crono per la Honda del team Leopard di Enea Bastianini. "Al mattino era andata abbastanza bene, sinceramente speravo di fare meglio - ha dichiarato Bastianini -. Ho spinto per andare forte ma i tempi non venivano. Ora con i tecnici guarderemo attentamente la telemetria per capire dove perdiamo. So di andare forte nei primi due settori: in gara dovrò rimontare subito e andare ad attaccare". Ottava fila invece per Nicolò Bulega, al lavoro per migliorare il feeling con l’avantreno della sua KTM e con un miglior tempo sul giro di 1'47.253. 

"Continuiamo a lavorare per migliorare le mie sensazioni alla guida - afferma Bulega -. Rispetto alle libere siamo più vicini, abbiamo le idee più chiare sulla via da seguire, ma ci manca ancora qualcosa per poter essere competitivi e per riuscire a guidare la moto come vorrei. Analizziamo i dati per fare un altro step per la gara".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento