Moto3 al Sachsenring, Enea Bastianini e Andrea Migno penalizzati dai commissari

Il 17enne riminese era riuscito a strappare il secondo miglior tempo davanti ad un imprendibile Danny Kent

Dopo aver conquistato la pole position negli ultimi due Gran Premi, Enea Bastianini avrebbe dovuto scattare nuovamente dalla prima fila dello schieramento domani nel Gran Premio di Germania della Moto3 al Sachsenring: il diciassettenne pilota riminese del Gresini Racing Team Moto3 aveva siglato allo scadere delle qualifiche disputate sabato pomeriggio il secondo miglior tempo, 1’26”939, battuto soltanto dall’inglese Danny Kent. In serata, tuttavia, è arrivata la decisione della direzione gara che ha coinvolto sia Bastianini che Andrea Migno e altri piloti. I due sono stati accusati di guida una irresponsabile che ha causato pericolo per gli altri concorrenti e, di conseguenza, penalizzati con tre posizioni sulla griglia di partenza e la sospensione di 10 minuti dal warm up.

"Sono molto contento - ha spiegato Bastianini - soprattutto perché finora abbiamo vissuto un weekend complicato; nella mia ultima uscita in qualifica invece siamo riusciti a risolvere i problemi che accusavamo all’anteriore e di conseguenza sono stato in grado di ottenere un buon tempo sul giro. Domani mi aspetto un Kent molto veloce, come sempre, ma possiamo provare a stare con lui. Credo che assisteremo a un’altra gara molto combattuta, con un bel gruppo di piloti in battaglia tra di loro, e in più dovremo fare anche attenzione alle gomme, perché prevedo che ci sarà un calo di rendimento, anche prima di metà gara”.

Dopo una bella performance durante le prove libere del venerdì, il pilota cattolichino Niccolò Antonelli (su Honda del team Ongetta-Rivacold) nelle qualifiche si è dovuto accontentare della nona casella sulla griglia di partenza con il tempo di 1'27.313.

Il lavoro compiuto e l'impegno profuso dal San Carlo Team Italia al gran completo non hanno sortito gli effetti sperati nel corso delle qualifiche ufficiali del Mondiale Moto3 al Sachsenring. Il riminese Matteo Ferrari in sella alla Mahindra, infatti, pur riducendo il gap delle prove libere si è ritrovato costretto a prendere il via dall'undicesima fila con il 31esimo tempo. "Sono un pò dispiaciuto per l'andamento di questa qualifica - è stato il commento del pilota. - Potevamo certamente fare molto meglio, ma per una serie di vicissitudini ci ritroviamo costretti a partire in undicesima fila. Per tutto il turno ho praticamente girato da solo, senza l'ausilio di una scia utile: nel primo tentativo non ho incontrato nessun pilota davanti a me e, soltanto all'ultimo time attack, ho guadagnato qualcosina nel primo rettilineo grazie al riferimento di Locatelli e Navarro. Questione di pochi centesimi in ogni caso, nulla più. Qui al Sachsenring basta una minima scia per guadagnare anche mezzo secondo, proprio quello che ci è mancato per qualificarci dignitosamente. Peccato, ma tutto sommato per la gara sono più fiducioso rispetto alla performance odierna: il feeling è cresciuto, la moto la "sento" bene in sella, come tempi siamo tutti lì di passo sull'1'28". Vedremo pertanto di fare del nostro meglio ed archiviare questo weekend con un risultato degno di nota".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Qualifiche da dimenticare anche per il quarto pilota riminese impegnato nel mondiale di Moto3, Andrea Migno dello SKY Racing Team VR46. La KTM del 19enne, infatti, avrebbe dovuto scattare dalla 32esima casella con il tempo di 1'28.232 ma, per la penalizzazione, scala in 35esima posizione. Per il pilota, difficoltà di setup che non riesce a fargli raggiungere il giusto feeling con la moto. Il traffico, inoltre, ha rallentato la sua performance e gli ha impedito di acquisire maggiore confidenza con il tracciato. "Non è stata una qualifica positiva per me, anche per via del traffico che non mi ha consentito di girare come avrei voluto - ha spiegato Migno. - Ho anche avuto poche occasioni di stare in pista da solo per acquisire una maggiore confidenza con il tracciato. Ho fatto fatica a trovare il giusto feeling con la moto e ci sono ancora delle cose da mettere a punto in vista della gara. Ora continueremo a lavorare per cercare di arrivare in griglia di partenza nelle migliori condizioni possibili".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Tragedia sul campo da calcio, muore a 9 anni mentre gioca con gli amici

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

  • Ammazza la moglie a martellate e poi si costituisce

  • "Correte ho ucciso mia moglie", l'assassino confessa il delitto alla polizia di Stato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento