rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Sport

Moto3, Bastianini e Migno illudono le aspettative del Gp d'Austria

Ottima partenza per il riminese e bella remuntada per il saludecese ma poi devono arrendersi alla legge dei più forti e alla sfortuna

Grandi emozioni nella Moto3 al Gp d'Austria con Enea Bastianini, Estrella Galicia 0,0, e Andrea Migno, Sky Racing Team Vr46, protagonisti di una gran partenza il primo (quarto sulla griglia) e di una bella remuntada il secondo (che scattava dalla settima casella). I due piloti riminesi sono arrivati in pochi giri nel gruppo di testa ma alla fine, complice anche una caduta per il saludecese, si sono dovuti arrendere. Per Bastianini il Gran Premio si è concluso con la decima posizione seguito, a ruota, da Nicolò Bulega (Sky Racing Team Vr46) che dopo una partenza disastrosa, finito al 21esimo posto, ha chiuso 11esimo. Caduta anche per Niccolò Antonelli (Team Red bull Ktm Ajo) protagonista di un incidente con il pilota della Sic58 Squadra Corse, Tatsuki Suzki, che ha costretto entrambi al ritiro. "Le aspettative per oggi erano alte - ha commentato Bastianini.Abbiamo fatto una buona partenza e, sul rettilineo sono passato molto facilmente sugli altri piloti e poi ho avuto difficoltà a recuperare le posizioni. La sensazione con la moto era abbastanza buona ma, in alcuni aspetti, stiamo ancora soffrendo molto. Dobbiamo cercare il compromesso che ci permetterà di essere ancora più competitivi".

andrea migno 2017-7-5

"Nonostante l'epilogo è stata una bella gara - è stata l'analisi di Migno. - Sono tornato a lottare con i primi e mi sono davvero divertito. Per cercare di allungare, ho preso qualche rischio di troppo e, purtroppo, ho commesso un errore. Non avevo il 100% della confidenza sul davanti, ma fino a quel momento ero riuscito a gestire la moto nel modo migliore. Siamo stati competitivi tutto il weekend e andiamo a Silverstone consapevoli del nostro potenziale". "E' stata una gara durissima - ha aggiunto Bulega - non sono partito bene, ma sono riuscito a riportarmi a ridosso del secondo gruppo già nei primi giri. Avevo un buon feeling con la moto, a livello di motore abbiamo fatto un buono step e riuscivo ad essere veloce e incisivo in staccata. Ho agganciato il gruppo in lotta per il podio, ma ho iniziato ad avere qualche problema alla mano sinistra. Non riuscivo a frenare, a scalare e ho perso il contatto con i primi. Peccato, avevo il passo per poter guadagnare ancora qualche posizione nelle fasi finali di gara"

"Ho fatto una buona partenza - ha spiegato Antonelli - ma alla seconda frenata un altro pilota mi ha colpito e sono quasi caduto, ho avuto la fortuna di rimanere sulla moto. Questo mi ha mfatto perdere posizioni, ma grazie al lavoro fatto in prova ho potuto recuperare il terreno perso al gruppo di testa. Quando ero molto vicino a riagganciarmi con loro, un altro pilota mi ha colpito e questa volta non ho potuto fare nulla per evitare l'incidente. Spero che la nostra fortuna cambi al prossimo GP e che si possa ottenere un buon risultato."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Moto3, Bastianini e Migno illudono le aspettative del Gp d'Austria

RiminiToday è in caricamento