Moto3, Bezzecchi riscatta l'errore di Assen: solo Martin gli nega la vittoria

Il portacolori della Honda del team Gresini ha conquistato il quinto successo stagionale, portando la leadership del campionato a 130 punti

Jorge Martin scappa e vince il Gran Premio di Germania al Sachserning classe Moto3. Il portacolori della Honda del team Gresini ha conquistato il quinto successo stagionale, portando la leadership del campionato a 130 punti. Il primo diretto inseguitore è Marco Bezzecchi, che ha chiuso al secondo posto davanti a McPhee. Tra lo spagnolo e il talento romagnolo ci sono appena sette punti. "Sono contento perchè dopo la caduta di Assen è bellissimo tornare sul podio - ha esclamato il portacolori della Ktm, al settimo podio in Moto3, il sesto del 2018 dopo quello del GP del Giappone 2017 -. E' un risultato importante per i punti".

"E' stata una gara complicata, perchè le gomme erano al limite già a metà gara - analizza -. Ho provato a rimanere dietro Jorge, ma aveva un passo decisamente più veloce. Ho cercato di chiudere il margine e lasciarmi alle spalle il gruppo. E' stato un ottimo gran premio per me e il mio team. Ora godiamoci il riposo". Prosegue il digiuno di vittorie italiane in Moto3 in Germania. L’ultimo successo nella classe leggera è quello di Mattia Pasini, primo nel 2006 in 125.

La gara è stata caratterizzata da tante cadute, tra le quali quella di Fabio Di Giannantonio ed Enea Bastianini, con quest'ultimo che scattava dalla prima fila. "Nel Warm Up era andato tutto per il meglio - commenta Bastianini -. Ero a posto con la moto e avevo un buon feeling con la gomma dura, facendo segnare anche degli ottimi tempi. In gara ho iniziato subito a perdere posizioni con il posteriore ballerino. Purtroppo questa situazione si è protratta per tutta la gara, faticavo tanto nei curvoni veloci a sinistra. Ho cercato ugualmente di spingere, ma sono stato disarcionato. Peccato perché abbiamo perso dei punti importanti, arriveremo a Brno con la giusta determinazione".

Dopo un weekend più complicato del previsto e una sessione di qualifica davvero difficile, Nicolò Bulega ha chiuso 14esimo. "Dopo Assen, non è stato il weekend che mi aspettavo - afferma il riminese -. Abbiamo fatto fatica a trovare il giusto compromesso alla guida, non sono riuscito a spingere come avrei voluto e questo ha complicato le cose in qualifica. Partivo davvero indietro, ma ci ho provato, ho agganciato il primo gruppo e sono arrivato fino alla zona punti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Alessandro Andreini la combina grossa e viene espulso dal Collegio

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Una nevicata e oltre 400mila luci per lo show di Riccione Christmas Star con la musica di Ralf

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Muore nella culla a 4 mesi, si indaga per scoprire le cause del decesso

Torna su
RiminiToday è in caricamento