Moto3, la pattuglia dei piloti riminesi sbarca a Montmelò per il Gp di Catalogna

Marco Bezzecchi riparte da leader del Campionato in una classifica sempre più corta e con gli avversari pronti a dimostrare il loro valore

Il circus iridato del Campionato del Mondo approda al Circuit de Barcelona-Catalunya, che da venerdì 15 a domenica 17 ospiterà il settimo round della stagione 2018. Il tracciato del Montmelò, situato a circa 30 Km dal centro della città, è uno dei più longevi di tutto il calendario MotoGP. Inaugurato nel 1991, è diviso in 5 curve a sinistra e 8 a destra che si alternano per tutti i 4,7 km della distanza totale, con un rettilineo che misura 1047 m. Marco Bezzecchi (Redox PrüstelGP), dopo il combattuto secondo posto del Mugello riparte da leader del Campionato in una classifica sempre più corta, solo 3 i punti di vantaggio da Martin, e con gli avversari pronti a dimostrare il loro valore. Per gli altri riminesi Migno al quinto posto (58 punti), Antonelli al sesto posto (44 punti) e Bastianini al settimo (43 punti). Enea Bastianini (Leopard Racing) può vantare un buon feeling con la pista catalana, avendo già centrato 1 pole position e conquistato 3 podi. Nei box dell'Ángel Nieto Team il saludecese Andrea Migno, che si trova al quinto posto nel campionato del mondo, condivide le vibrazioni positive mentre pensa a continuare a migliorare e a combattere i piloti in prima fila. "Andiamo a Barcellona - ha spiegato Migno - dopo un bel test al Mugello, dove abbiamo lavorato duramente per continuare a migliorare. Mi piace molto il circuito di Montmelo, quindi cercheremo di crescere e di lottare per una posizione nel gruppo di testa".

Molto fiducioso anche il leader del Campionato, anche lui reduce dai test del Mugello, che ha dichiarato di avere un buon feeling con il tracciato spagnolo. Bezzecchi, fortemente motivato e pronto a difendere la leadership, è pronto per dare il 100% e trascorrere il fine settimana sempre tra i primi. Speranze di riscatto, invece, per lo Sky Racing Team VR46 alle prese con una stagione difficile. "Rispetto alle altre gare - ha commentato Nicolò Bulega - lo step che abbiamo fatto al Mugello è stato più significativo. Inoltre, il lunedì successivo alla gara, abbiamo avuto occasione di tornare subito al lavoro e continuare a concentrarci sul setting. Grazie a quanto fatto nei test prima del GP d’Italia, dove sono stato veloce e competitivo, arriviamo a Barcellona con una buona base".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Disse "mare di merda" sui social, arriva il decreto di condanna per diffamazione nei confronti di Rimini

Torna su
RiminiToday è in caricamento