Moto3, Marco Bezzecchi sale sul podio di Jerez ed è leader del campionato

Il riminese Enea Bastianini volato a terra dopo essere stato centrato da Canet nelle ultimi giri della gara

Secondo sul podio di Jerez e leader del campionato di Moto3. A Jerez de la Frontera il riminese Marco Bezzecchi firma una gara pazza che, per tutta la corsa, lo ha visto lottare tra i primi con una serie di sorpassi e contro sorpassi. Tanti gli italiani e, soprattutto, i riminesi nel gruppone di testa e, ad avvicendarsi davanti a tutti, sono stati Niccolò Antonelli ed Enea Bastianini. Quest'ultimo, a tre giri dalla fine quando stava lottando per la vittoria, è stato coinvolto in un incidente causato da Canet, che oltre al riminese ha "steso" altre tre piloti.

Ad approfittarne sono Oettl e Bezzecchi che, negli ultimi giri, si giocano il gradino più alto del podio. Alla fine, a spuntarla, è il tedesco che taglia il traguardo davanti a tutti e, l'italiano, si è dovuto accontentare della seconda posizione. Per Bezzecchi è il terzo podi consecutivo e gli vale la testa della generale. "E' stata una gara molto difficile - ha spiegato Marco al termine del Gp di Spagna - con un gruppo molto fitto di piloti con cui combattere. Ho cercato di mantenere la calma, poi Canet ha commesso l'errore. Non sono riuscito a passare Oettl a causa della gomma finita e, alla fine, mi sono dovuto accontentare".

"Questo weekend siamo stati sempre veloci e costanti tanto che il primo posto di venerdì e il tempo delle ufficiali mi facevano pensare ad un posto nei primi tre o comunque ai vertici della classifica - ha commentato Niccolò Antonelli, 11esimo alla bandiera a scacchi. - Abbiamo deciso di affrontare la gara con la gomma posteriore dura, ma c’è stata una usura anomala che ci ha rovinato i piani. Già dai primi giri al posteriore, ho sentito subito che c’era qualcosa che non andava  e non è stato possibile tenere il mio ritmo.Ho tenuto duro e alla fine ho ottenuto un posto nei primi dieci a pochi decimi dal podio mi va bene per come si erano messe le cose. Per quanto riguarda la moto mi piace come stiamo sistemando l’assetto generale, con la mia squadra. Mi trovo sempre meglio con il mio capotecnico Marco Grana e il suo metodo di lavoro. Ora sbolliamo un po’ la rabbia e sempre avanti".

Bastianini commenta così l'incidente: "La gara era partita bene, ero riuscito subito a superare alcuni piloti. All’uscita dalla Curva 6 ho preso una brutta imbarcata perché ho aperto troppo presto il gas. In quel momento ho perso un po' di margine, ma in un attimo sono riuscito a ricongiungermi al gruppo di testa. Ho amministrato il potenziale e negli ultimi 4 giri avevo deciso di spingere forte. In fondo al rettilineo della Dry Sack, Canet ha fatto un manovra azzardata e ha steso 4 piloti, compreso me. Ci siamo fatti male e abbiamo buttato via una gara".

Con 9 piloti ritirati, Nicolò Bulega ha sfiorato la zona punti chiudendo la gara 17esimo. "Non posso sicuramente essere soddisfatto di come è andato il weekend - ha spiegato il pilota dello SKY Racing Team VR46. - Rispetto alle gare precedenti, abbiamo avvicinato il gruppo, ma non sono questi i nostri obiettivi. Con il Team dobbiamo continuare a lavorare sulla moto per trovare una confidenza alla guida tale da riuscire ad esprimere le mie potenzialità".

Al termine della quarta tappa del Motomondiale, la classifica generale vede Marco Bezzecchi al primo posto con 63 punti. Per quanto riguarda gli altri riminesi, segue Enea Bastianini, sesto (33 punti), Niccolò Antonelli, ottavo (26 punti) e Andrea Migno 11esimo (25 punti)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

  • Muore nella culla a 4 mesi, si indaga per scoprire le cause del decesso

Torna su
RiminiToday è in caricamento