Il Motomondiale sbarca in Europa, i piloti riminesi a Jerez a caccia di punti preziosi

Il tracciato dell'Andalusia, nel 2016, ha visto uno straordinario Nicolò Bulega salire sul podio col secondo posto

Il Motomondiale è pronto a sbarcare in Europa e, dopo i due Gran Premi nel continente Americano, i piloti sono pronti a fare sul serio sul circuito di Jerez. Proprio in Andalusia, storicamente, si iniziano a gettare le basi per la caccia al titolo mondiale e, la pattuglia dei riminesi, è particolarmente agguerrita per cercare di conquistare punti preziosi dopo le prestazioni poco brillanti delle prime tre tappe. Il più motivato è Nicolò Bulega, Sky Racing Team VR46, che proprio su questa pista lo scorso anno fu protagonista di una splendida gara che gli regalò il primo podio della carriera in Moto3 arrivando secondo. Alla vigilia della quarta gara della stagione, in classifica generale il migliore dei piloti nostrani è Andrea Migno che, coi suoi 25 punti, si attesta in quinta posizione. Balzo in Avanti per Enea Bastianini che, col quarto posto di oggi, porta a casa i primi 13 punti del 2017 posizionandosi 11esimo insieme a Nicolò Bulega. Niccolò Antonelli è 14esimo (11 punti), Tatsuki Suzuki 16esimo (9 punti) e Tony Arbolino 22esimo (2 punti).

nicolò bulega-10

Dolci memorie legano lo Sky Racing Team VR46 dei giovani talenti italiani alla pista andalusa: lo scorso anno, infatti, Nicolò Bulega conquistò la prima pole position in carriera in Moto3 e fu secondo assoluto in gara. Sul podio insieme a lui, dopo un sorpasso rocambolesco all'ultima curva, l'allora avversario Pecco Bagnaia. Sia in Moto 3 che in Moto2, con quest'ultima che vede il riminese Stefano Manzi in sella a una Kalex, hanno avuto modo di provare la pista di Jerez durante i test di marzo dove Bulega ha primeggiato: la pista andalusa ben si adatta alle caratteristiche tecniche della KTM. Bulega e Migno potranno quindi sfidare i più forti e mirare a piazzamenti importanti. "Ad Austin mi aspettavo qualcosa di più - è l'analisi di Mignoma la qualifica ha compromesso quanto di buono fatto nel weekend. Arrivo quindi a Jerez, una delle piste più difficili del calendario, con tanta voglia di rifarmi. C'è sempre un'atmosfera incredibile in questo paddock, tanta passione e tifosi. Sarà una motivazione in più per rimettersi al lavoro con tutto il team". "Jerez è sicuramente una delle mie piste preferite - ha aggiunto Bulga - lo scorso anno ho vissuto un weekend memorabile con la prima pole e il primo podio in carriera. Ad Austin ho fatto la gara che volevo, nel gruppo di testa, con tanti sorpassi e a ridosso dei più forti fino all'ultima curva. KTM sarà sicuramente più competitiva su questo tracciato e non vedo l'ora di tornare in sella alla mia moto per continuare in questa direzione".

niccolò antonelli 2017-9

In casa Red Bull Ktm Ajo, il pilota cattolichino Niccolo Antonelli quest'anno ha già corso due volte sulla pista andalusa in occasione di altrettanti test, uno ufficiale e uno privato, conclusi in maniera positiva. Dopo tre gare difficili finora in questa stagione, Nicco affronta il GP spagnolo con l'ambizione di ottenere un buon risultato dopo che, nel 2016, fu protagonista di un problema meccanico alla sua moto, già schierata in griglia di partenza, che lo costrinse a partire dalla pit lane. "L'obiettivo di questo Gran Premio - ha spiegato il cattolichino alla vigilia della tre giorni - è quello di lavorare bene dalle sessioni di prove venerdì e di avere una buona gara la domenica. Abbiamo già riferimenti e dati per la moto in questo circuito, quindi spero di partire avvantaggiato. Se facciamo un buon lavoro il venerdì e il sabato, questo ci permetterà di attaccare e di essere forte nella gara. Jerez non è una delle mie tracce preferite, ma spero di cambiare questa dinamica questo fine settimana e ottenere un buon risultato".

Dopo i risultati opachi di Qatar e Argentina, compensati dalla bella prova in Texas che lo ha visto finire quarto mancando di poco il podio, torna a splendere il sole per il riminese Enea Bastianini, Team Estrella Galicia 0,0. Per la "Bestia" ci sono buone probabilità che possa progredire nel lavoro fatto nella primissima parte della stagione continuando nella ricerca della configurazione ottimale per la sua Honda. Nel 2016, il riminese tagliò il traguardo di Jerez in ottava posizione. "Andiamo al circuito di Jerez - commenta Bastianini - dove abbiamo lavorato molto intensamente durante il preseason. Dopo i progressi che abbiamo fatto nel trovare una configurazione che mi permetterà di guidare con maggiore fiducia, spero che a Jerez possiamo avere una sensazione ancora migliore a partire dalla giornata di apertura e cercare di qualificarsi bene per la gara di domenica. Spero di poter combattere per essere il più vicino possibile al podio, come abbiamo fatto ad Austin".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

Torna su
RiminiToday è in caricamento