Moto3, nella Cattedrale di Assen il migliore è Enea Bastianini

Prima giornata di prove libere del Gran Premio d'Olanda, la pattuglia dei riminesi rimane indietro

Parte subito in salita il Gran Premio d'Olanda, sul circuito di Assen, per i piloti della pattuglia riminese impegnati nella Moto3. Il migliore, al termine della prima giornata di prove libere, è stato Enea Bastianini che, sulla Honda del Team Estrella Galicia 0,0, ha concluso la classifica combinata con il sesto tempo. Biona la prestazione per i piloti del Sic58 Squadra Corse con Tatsuki Suzuki che ha strappato il 13esimo miglior tempo mentre il compagno di squadra, Tony Arbolino, ha chiuso in 16esima casella. Avvio più complicato del previsto per lo Sky Racing Team Vr46 che ha visto Nicolò Bulega e Andrea Migno terminare il venerdì rispettivamente al 21esimo e 25esimo posto. In mezzo a loro Niccolò Antonelli, con la Ktm uffciale del Red Bull Team Ajo, col 22esimo piazzamento. A chiudere la classifica combinata dei tempi è stato il riminese Marco Bezzecchi che, con la Mahindra del Cip Team, si è piazzato 28esimo.

"Sono contento di come sono andate le prime sessioni di prove, perché questa mattina siamo stati veloci fin dall'inizio - è stata l'analisi di Bastianini. - Subito abbiamo trovato un buon passo, sia con gomme dur e che con medie. Nella seconda sessione le condizioni della pista sono state molto simili a quelle del mattino, anche se c'era molto più vento, e il setting non era dei migliori. Nonostante tutto abbiamo lottato, soprattutto nelle parti veloci, e possiamo sperare bene per il fine settimana".

nicolò bulega andre migno 2017-2

"Non è stato l'avvio che speravo per questo weekend - ha spiegato Bulega. - Perdiamo qualcosa in termini di velocità rispetto agli altri e dobbiamo continuare a lavorare sulla messa a punto. Dobbiamo sfruttare al meglio queste ore che ci separano dalla qualifica per trovare un buon compromesso alla guida". Sono state due sessioni particolarmente difficili - è stata l'analisi di Migno. - Abbiamo sofferto in entrambi i turni e non siamo riusciti a stare con il gruppo dei più forti. Ho davvero poca confidenza sul davanti e questo non mi permette di governare la moto come vorrei. Dobbiamo analizzare i dati e tornare al lavoro sul set up".

niccolò antonelli 2017-17

"È vero che il mio braccio non è al 100% - ha commentato Antonelli reduce da una cadua durante i test - e quindi oggi non volevo forzare le cose, per non commettere errori. Sabato lavoreremo molto sulla moto perché, al momento, non mi sento a proprio agio su questa pista e il setup è fondamentale. Al termine delle sessioni, la spalla mi fa un po' male ma, counque, non ho preso antidolorifici per capire se posso affrontare la gara. Credo che, sabato in ottica qualifica, qualche medicinale mi servrà se non altro per partire il più avanti possibile e combattere col gruppo dei primi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento