Moto3, qualifiche difficili per i piloti riminesi in Malesia: solo 2 nella Top10

A penalizzare sono state le difficili condizioni meteo con pioggia la mattina e temperature torride al pomeriggio

Qualifiche difficili per i piloti riminesi impegnati nel Gran Premio della Malesia che, a causa delle mutevoli condizioni meteo, hanno avuto a che fare con una forte pioggia in mattinata sostituita, nel pomeriggio, da un caldo torrido che ha sfiorato i 49 gradi. Gli unici due ad essere nella Top10 sono Enea Bastianini (Estrella Galicia 0,0) e Niccolò Antonelli (Red Bull Ktm Ajo) rispettivamente nono e decimo. Tredicesimo tempo per Tatsuki Suzuki  della Sic58 Squadra Corse di Paolo Simoncelli mentre il compagno di squadra, Tony Arbolino, partirà 28esimo. In casa Sky Racing Team VR46, con l'innalzamento delle temperature, Bulega e Migno hanno faticato a tenere il passo dei più forti e scatteranno per la gara rispettivamente dalla 16esima e 19esima casella dello schieramento. Marco Bezzecchi (Cip Team) è 26esimo.

"Questa mattina - è stata l'analisi di Bastianini - la pista non era né asciutta né bagnata, e non ero molto a mio agio sulla moto. Durante le qualifiche ho preferito correre da solo perché, in gruppo, è difficile capire se le regolazioni sono tutte perfetto. Penso che potevamo avere il passo per fare meglio, ma un errore sul primo settore non mi ha permesso di ottenere un giro migliore. Il passo, comunque, è buono anche se abbiamo ancora qualche lavoro da fare nel riscaldamento, poiché ci sono punti in cui abbiamo spazio per migliorare sia se la corsa sarà sull'asciutto che sul bagnato, penso che saremo competitivi".

"La penultima sessione di qualifica dell'anno non è andata perfettamente - ha ammesso Niccolò Antonelli. - Ieri abbiamo apportato alcune modifiche alla messa a punto della moto con in mente proprio la qualifica e non hanno funzionato come ci aspettavamo. Ma abbiamo una buona posizione per la gara di domani, anche se dobbiamo migliorare se vogliamo stare con il gruppo dei primi per tutta la gara.

"Rispetto a ieri - ha commentato Nicolò Bulega - abbiamo sicuramente fatto dei passi in avanti, ma non sufficienti a tenere il passo dei più forti. Nel mio tentativo, nell'ultimo settore, sono stato ostacolato da un altro pilota, sono stato costretto ad andare lungo per non cadere e questo mi ha fatto perdere oltre un secondo. Senza questo ritardo, avrei potuto partire più avanti". "​In questo tipo di situazione - ha aggiunto Andrea Migno - non siamo performanti al 100%. Stiamo provando delle soluzioni per riportarci a ridosso del gruppo di testa e abbiamo ancora la sessione di domani mattina da sfruttare a questo scopo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento