Moto3, sul nuovo circuito di Buriram il migliore dei riminesi è Antonelli

Solo il cattolichino e Bezzecchi rientrano nella Top Ten durante la prima giornata di prove libere in Thailandia

E’ il ceco Jakub Kornfeil a svettare al termine delle prime due sessioni di prove libere Moto3 in Thailandia. Sull'inedito circuito di Buriram, il portacolori KTM del Team Redox PruestelGP ha firmato il primo posto provvisorio. Niccolò Antonelli (Sic58 Squadra Corse) è tornato nelle zone, alte, finendo quarto a un decimo e, a chiudere la Top Ten, troviamo il riminese Marco Bezzecchi (Team Redox PruestelGP) nono e ancora in corsa per la leadershio del Mondiale con il diretto avversario, Jorge Martin (Del Conca Gresini Moto3) che nella seconda sessione è riuscito a migliorare il suo limite ma che “naviga”, per ora, in 21esima posizione. Degli altri riminesi, Nicolò Bulega (SKY Racing Team VR46) si attesta sulla 12esima casella dello schieramento virtuale mentre Enea Bastianini (Leopard Racing) chiude la prima fiornata 22esimo ed Andrea Migno (Angel Nieto Team Moto3) annaspa in 28esima posizione.

"Finalmente in pista, ero curioso di scoprire il circuito girandoci con la mia moto - è stata l'analisi di Antonelli. - Devo dire che mi piace, ci sono dei lunghi rettilinei, che aiutano chi è in scia e quindi sarà sicuramente difficile per tutti. Il tracciato ha comunque anche punti tosti, guidato con curve secche e curve veloci, dai un bel mix. Oggi mi sono concentrato più sull'aspetto per imparare la pista. Alla fine sono contento del P4, un buon inizio. Ora si lavora con la squadra per studiare tutte le migliorie da fare. Aspettiamo domani".

"Un primo approccio positivo al nuovo tracciato anche se non sono riuscito a sfruttare a pieno la gomma nuova - è il commento di Bulega. - Il feeling è buono e continueremo a lavorare sulla ciclistica per essere ancora più competitivi domani". “Ho utilizzato questa prima giornata per imparare al meglio il tracciato e capire quali possono essere le traiettorie ideali - ha spiegato Bastianini. - E’ una pista con molto grip, ma abbastanza particolare, la differenza tra le medie e le morbide è minima. Le scie qui contano tanto; la mia posizione odierna non rispecchia il nostro reale potenziale, da parte nostra avremo da lavorare sul setting della moto. Siamo tutti molto vicini: oltre 20 piloti in meno di 1”. Ci sarà da lottare in gara".

"Il primo giorno del Gran Premio della Thailandia - ha dichiarato Migno - è stato piuttosto difficile e dobbiamo ancora trovare il set-up giusto per qui. Gli ultimi due turni non sono stati affatto male in termini di risultati, quindi continueremo a lavorare duramente per tornare su quella linea. La cosa più importante di domani è vedere se possiamo fare un passo in avanti su questa nuova pista". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

  • Una nevicata e oltre 400mila luci per lo show di Riccione Christmas Star con la musica di Ralf

  • Muore nella culla a 4 mesi, si indaga per scoprire le cause del decesso

Torna su
RiminiToday è in caricamento