Moto3, sulla pista di Valencia il migliore dei riminesi è Nicolò Bulega

Il pilota dello Sky Racing Team VR46 partirà dalla seconda fila, Bastianini costretto alla remuntada per il titolo di vice-campione del mondo

Nicolò Bulega, in fase di recupero dall'infortunio alla spalla, conseguenza del brutto incidente di Sepang, conquista la seconda fila al GP di Valencia. Grazie al lavoro del team e al supporto della Clinica Mobile, il giovane talento dello Sky Racing Team VR46 è sceso in pista con i primi nel mirino. Sessione positiva anche per Andrea Migno, 18esimo, che è riuscito a tornare in pista a tempo di record dopo la brutta caduta in avvio di qualifica. Nicolò, che domani si giocherà nell'ultima gara del 2016 il titolo di Rookie of the Year, nonostante il dolore alla spalla destra, ha chiuso a meno di due decimi dal capofila di giornata (Canet, 1.39.261 ndr) con il tempo di 1.39.420 e scatterà per la gara dalla quarta casella della griglia. Rientrato in pista a 5 minuti dalla bandiera a scacchi, grazie al lavoro di squadra di tutto il team, Andrea che conquista la 18esima piazza (1.39.794). "E' stata una gran qualifica - ha commentato Bulega. - Ero davvero molto dolorante alla spalla, ma, grazie al supporto della Clinica Mobile, sono riuscito ad entrare in pista nella miglior condizione possibile. Ho cercato di dare il massimo, soffro soprattutto nel cambio di direzione, ma è venuto fuori un buon giro. Sono contento e voglio ringraziare davvero tutti i ragazzi del Team. Quando non si è al 100% della forma, non è facile capire se il problema è sulla moto o meno, ma loro hanno fatto un gran lavoro per permettermi di essere competitivo. L'obiettivo è fare un altro step in avanti in gara". "Ho commesso un errore nella prima uscita - è stata l'analisi di Migno e mi sono ritrovato a terra senza poter fare nulla per evitarlo. Voglio ringraziare tutto il Team, senza il loro lavoro non avrei mai potuto tornare in pista per migliorare il mio crono. Non siamo lontano dai primi e domani sarà importante sfruttare al massimo il Warm Up per settare la moto". 

Buon turno di qualifica per Niccolò Antonelli, Team Ongetta-Rivacold, sul circuito di Valencia. Nicco, che già nelle FP3 si era espresso bene ottenendo il quinto tempo, ha ottenuto la seconda fila facendo segnare il crono di 1'39.524, a soli 2 decimi dalla pole, tempo che gli è valso la sesta casella in griglia. "Oggi l'obiettivo era rientrare, con il tempo, nelle prime due file e ci sono riuscito - ha spiegato il cattolichino. - Siamo contenti, c'è ancora qualche cosa che possiamo migliorare ma abbiamo fatto un ulteriore passo in avanti rispetto a ieri".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sarà invece costretto alla remuntada il pilota del Gresini Racing Team Moto3, Enea Bastianini, che scatterà rispettivamente dalla terza fila dello schieramento nel Gran Premio della Comunità Valenciana. Al termine di una sessione di qualifica molto combattuta, che ha visto ben 27 piloti racchiusi in un solo secondo, Enea Bastianini ha siglato il nono miglior tempo, 1’39”559, all’undicesimo dei 12 giri percorsi. Il diciottenne riminese non è riuscito a migliorarsi nel suo ultimo tentativo a causa di una sbavatura alle prime due curve e così dovrà scattare domani dalla terza fila, ma rimane fiducioso in vista della gara di domani che gli può valere il titolo di vice-campione del mondo, potendo contare su un buon passo. “Non sono molto contento del risultato - ha commentato Bastianini - perché sapevo di poter fare meglio, oggi. Purtroppo, però, nel mio ultimo run ho sbagliato il momento dell’entrata in pista e mi sono ritrovato da solo. Mi dispiace perché tutto sommato le sensazioni con la moto sono buone, anche se in realtà ero un po’ al limite con l’anteriore e nel mio ultimo tentativo non sono riuscito a spingere al massimo. Ho commesso un piccolo errore alla curva 1, arrivando poi un po’ lungo alla 2, così non sono riuscito a migliorarmi. In ogni caso riesco a tenere un buon ritmo girando da solo, per cui sono fiducioso in vista della gara. Peccato soltanto per non aver conquistato la pole position, che secondo me era alla portata. Speriamo di poter fare un ultimo regalo alla mia squadra domani”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Tragedia sul campo da calcio, muore a 9 anni mentre gioca con gli amici

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

  • Ammazza la moglie a martellate e poi si costituisce

  • "Correte ho ucciso mia moglie", l'assassino confessa il delitto alla polizia di Stato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento