MotoGp a Misano, dopo i test positivi Quartararo e Morbidelli sono pronti a dare battaglia

Il duo del team Petronas è stato particolarmente competitivo nella due giorni di test di due settimane fa a Misano e sono pronti a dare battaglia per le posizioni di vertice

Tra i candidati a recitare un ruolo da protagonista nel Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini ci sono anche Fabio Quartararo e Franco Morbidelli. Il duo del team Petronas è stato particolarmente competitivo nella due giorni di test di due settimane fa a Misano e sono pronti a dare battaglia per le posizioni di vertice. "Ci presenteremo con un buon set-up - afferma Quartararo -. Nei testi abbiamo completato oltre 150 giri e sono fiducioso di esser competitivo fin da subito. Abbiamo trovato un ottimo ritmo e potremo dire la nostra in gara. La moto si è adattata bene al circuito e questa è una buona notizia".

Quartararo aveva lasciato Misano col miglior tempo, staccando di pochi decimi il compagno di squadra Morbidelli, che si era piazzato terzo alle spalle della Ducati di Danilo Petrucci. "E' la mia gara di casa - afferma l'ex iridato di Moto2 -. Mi alleno molto su questo tracciato". Frankie arriva all'appuntamento rivierasco forte dei dati positivi accumulati dopo i test: "Abbiamo un buon set-up, ma tutto dipenderà dal grip che troveremo. Ci sono alcuni settori dove possiamo ancora migliorare e sappiamo dove".

Foto di Marzio Bondi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a Rimini il primo caso di contagio in Romagna

  • Il ristoratore ha ‘esportato’ il virus in Romania, malato un 20enne dipendente del suo locale

  • Coronavirus a Rimini, il malato un cacciatore cattolichino rientrato da una battuta in est Europa

  • Positivo al Coronavirus, scatta la quarantena per chi è venuto a contatto col cattolichino

  • Coronavirus, la Regione annuncia due nuovi casi a Rimini. In 40 in isolamento volontario

  • L'ordinanza: chiuso il ristorante dell'uomo colpito dal Coronavirus e tutti i luoghi di aggregazione

Torna su
RiminiToday è in caricamento