Il circus del Motomondiale si trasferisce nelle Americhe per due tappe mozzafiato

Primo appuntamento, questo fine settimana, con il Gran Premio di Argentina sul difficile tracciato di Termas de Rio Hondo

Week end di adrenalina con il ritorno del circus del Motomondiale che, da venerdì, farà risuonare il circuito di Termas de Rio Hondo per il Gran Premio di Argentina con la prima delle due tappe nelle Americhe. I piloti della pattuglia riminese saranno impegnati sull'affascinante e insidioso tracciato situato nella provincia di Santiago del Estero, lungo 4.8 km declinati in 5 curve a sinistra e 9 a destra. La classifica generale, dopo la prima prova del Motomondiale, vede come migliore dei riminesi Niccolò Antonelli, SIC58 Squadra Corse, con 13 punti che gli valgono il quarto posto; Andrea Migno, Angel Nieto Team Moto3, decimo con 6 punti; Marco Bezzecchi (Redox PruestelGP) 14esimo con 2 punti.

C'è forte attesa in casa del team Leopard con il riminese Enea Bastianini che arriva all'Autodromo Termas de Rio Hondo con una gran voglia di riscatto dalla prestazione in Qatar. Nel deserto, infatti, il pilota è stato protagonista di una scivolata nelle prime tornate quando stava per raggiungere la testa della gara. La "Bestia" è consapevole delle proprie capacità e del potenziale della sua NSF 250 RW, nonché determinato a ottenere un gran risultato che lo possa rilanciare nella classifica iridata. 

Nei box dell'Angel Nieto Team, Andrea Migno ha buone sensazioni sulla pista che, lo scorso anno, lo ha visto arrivare quinto al traguardo. Il saludecese ha avviato la stagione 2018 con un piazzamento nei primi dieci in Qatar, ma spera di essere ancora più competitivo in Argentina per il ritorno alle prime posizioni. "Dopo due fine settimana non vedo l'ora di tornare in sella - ha spiegato Migno. - Mi piace la pista in Argentina e spero di fare una bella gara lì e di ottenere un risultato soddisfacente. L'anno scorso è andata abbastanza bene per me, ho tagliato il traguardo nel gruppo di testa e sono arrivato quinto. Vogliamo essere competitivi, ancor più di quanto non fossimo in Qatar ".

Riscatto e molto lavoro attendono Lo Sky Racing Team VR46 di Moto3 con l’obiettivo di ridurre il divario dai primi. Nicolò Bulega, che ha sfruttato la sosta per continuare la riabilitazione, è pronto a rifarsi su una pista che ben si adatta alle sue caratteristiche. "Sono contento di tornare in pista in Argentina - ha commentato il pilota di San Clemente - dove il tracciato mi piace ed è più semplice rispetto al Qatar. Ho sfruttato queste due settimane di stop per allenarmi e cercare di recuperare il gap. Mi aspetta ancora un lungo percorso, ma sto meglio e questo è un buon punto di partenza. L’obiettivo è continuare a lavorare con il Team per tornare ad essere competitivi".

In Moto2, il riminese Stefano Manzi sulla Suter del Forward Racing Team, è in cerca di affermazione. "Mi piace molto il GP argentino - ha commentato il pilota - Dopo la gara in Qatar, che in realtà è stata un po' strana, probabilmente anche per via del programma di tempi, non vedo l'ora di tornare in pista per continuare il lavoro che sto facendo con la squadra. Non farò previsioni particolari, quindi aspetterò il momento in cui tornerò in pista per valutare le condizioni e decidere con i miei meccanici quale setup sarà migliore. L'umore è alto e farò del mio meglio per essere il più competitivo possibile".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento