MotoGp, Bagnaia esagera sul più bello. La pole va a Vinales. Rossi in terza fila

Come una settimana fa sarà Maverick Vinales a partire davanti a tutti al Misano World Circuit "Marco Simoncelli"

Foto di Marzio Bondi

Poteva essere di "Pecco" Bagnaia, ma probabilmente si è lasciato ingolosire dal tempone. Per pochi centimetri ha oltrepassato i limiti della pista e il record della pista che gli valeva la pole position, unico a scendere sotto l'131", si è sciolto come neve al sole. "Nella mia test è record della pista, ma ho esagerato e sono andato sul verde - ha affermato ai microfoni di Sky Sport -. Ho fatto un ottimo t3, sfruttando al meglio la moto. Ma mi tocca partire in seconda fila con un tempo incredibile".

E così come una settimana fa sarà Maverick Vinales a partire davanti a tutti al Misano World Circuit "Marco Simoncelli". "Top Gun" ha portato così la sua Yamaha numero 12 davanti a tutti nelle qualifiche del Gran Premio dell'Emilia Romagna e della Riviera di Rimini col crono di 1'31"077, nuovo primato della pista, appena 76 millesimi più rapido della Ducati Pramac di Jack Miller. "Abbiamo una bella opportunità e il passo è migliore rispetto alla scorsa settimana", evidenzia lo spagnolo.

Completa la prima fila ("sono abbonato qui a Misano al terzo posto") Fabio Quartararo. "Spero di fare una bella partenza - è l'auspicio del portacolori del team Petronas -. Abbiamo un passo buono per restare davanti. L'obiettivo era essere in prima fila, dovrò stare più attento e tranquillo in gara rispetto alla settimana scorsa"

In seconda fila Bagnaia scatterà a sandwich tra le Ktm di Pol Espargaro e Brad Binder. Valentino Rossi (Yamaha) apre la terza fila, precedendo il vincitore di domenica scorsa Franco Morbidelli e la Ducati di Danilo Petrucci. Solo decimo il leader del campionato Andrea Dovizioso, col forlivese passato dalla Q1 per un nulla. E' stata una qualifica scoppiettante, con i primi dieci racchiusi in appena 504 millesimi.

Moto E

In mattinata Epole per la MotoE con Jordi Torres (Pons Racing 40) davanti a tutti col tempo di 1’43.154. Dietro a lui Matteo Ferrari (Trentino Gresini MotoE) a 11 millesimi. Terzo Dominique Aegerter (Dynavolt Intact GP). Nel pomeriggio Gara 1 a chiudere il programma della giornata, con un duello appassionante fra i tre piloti protagonisti in prova, che ha visto prevalere Aegerter, davanti a Torres, con Matteo Ferrari che sul traguardo era giunto secondo ma poi è stato retrocesso per una penalità sul terzo gradino del podio.

Verso domenica

I numeri saranno quelli permessi dalla deroga regionale che ha aperto la strada in tutto il mondo all’apertura al pubblico degli eventi sportivi, con 9.970 spettatori accolti da 18 tribune e assistiti da 700 steward per una domenica emozionante e sicura. Numeri lontani ovviamente dagli oltre 96mila della domenica nello scorso anno, ma uno straordinario stimolo a percorrere la strada del ritorno alla normalità nel rispetto dei protocolli.

Sarà un’altra domenica di spettacolo, con l’asticella della competizione che si è ulteriormente alzata grazie anche alla pista che, dopo la riasfaltatura conclusa prima del lockdown, sta garantendo tempi sul giro ulteriormente migliorati rispetto a quelli eccezionali di sette giorni fa. Tornerà ancora sotto i riflettori la Riders’ Land, con 200 Paesi collegati in tutto il mondo, con l’obiettivo di migliorare l’audience televisiva in Italia che già domenica scorsa era stata la migliore della stagione 2020 per Sky Sport.

Massimo lo sforzo per garantire, nonostante le restrizioni, il maggior numero possibile di posti riservati ai disabili.  Mentre la capienza media delle tribune è scesa al 28%, per la capienza delle piattaforme destinate agli ospiti in carrozzella ed ai loro accompagnatori non si è scesi oltre il 35%. Preziosa, come sempre, la collaborazione dei volontari dell’Associazione Papa Giovanni XXIII guidati da Stefano Vitali e del programma KiSS Misano per l’accoglienza degli spettatori con disabilità nel loro arrivo in circuito. 

A vigilare che le operazioni in pista si svolgano nel massimo della sicurezza e pronti ad intervenire in caso di necessità una squadra imponente, fatta di 370 persone tra marshall, personale sanitario e pompieri. Un lavoro fondamentale, che garantisce al Misano World Circuit elevati standard di sicurezza, coordinato dal Direttore di Gara Raffaele De Fabritiis e dal Direttore Sanitario Eraldo Berardi. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Foto di Marzio Bondi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, contatti diretti e indiretti: cosa fare se sospetto di essere stato contagiato?

  • Tragedia sul campo da calcio, muore a 9 anni mentre gioca con gli amici

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento