MotoGp, magia di Morbidelli a Misano. Bagnaia super, Rossi beffato nel finale

Poteva essere un podio tutto tricolore, ma a poche curve dalla fine Joan Mir (Suzuki) ha rovinato la festa ad un grande Rossi, a lungo secondo e nel finale in crisi di gomme.

È grande Italia anche in Motogp nel Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini. Franco Morbidelli ha sbancato il Misano World Circuit "Marco Simoncelli", conquistando la prima vittoria in top class. Nella domenica che ha visto Fabio Quartararo incappare in una doppia caduta, è il pupillo di Valentino Rossi a portare i colori del team Petronas sul gradino più alto del podio davanti ad un grandissimo "Pecco" Bagnaia. Poteva essere un podio tutto tricolore, ma a poche curve dalla fine Joan Mir (Suzuki) ha rovinato la festa ad un grande Rossi, a lungo secondo e nel finale in crisi di gomme. Quinto Alex Rins (Suzuki) davanti al poleman Maverick Vinales e Andrea Dovizioso. Il forlivese si è preso la leadership del campionato con 76 punti, sei in più di Quartararo. 

"Ancora devo rendermi conto ldi aver vinto - esordisce Franky -. Sono molto felice, per ora mi godo il momento. Ringrazio la squadra, ringrazio tutte le persone che lavorano con me. Negli ultimi giri ho pensato tanto a 7 anni fa, quando correvo qui in Superstock. Avevo vinto e la sensazione era la stessa, ma adesso è ancora superiore". "Effettivamente le ultime settimane sono state estremamente difficili - afferma Bagnaia -. Il nervosismo accumulato mi ha dato la rabbia per arrivare qui ed essere competitivo. Abbiamo lottato davvero duramente per raggiungere questo obiettivo".

"È stato un grande peccato non essere riusciti a salire sul podio - afferma il "Dottore" -. Mi è dispiaciuto quel sorpasso di Mir alla fine, ma è stata comunque una grande gara". Sulla gara: "Abbiamo puntato sulla doppia mescola media e alla fine è stata quella giusta. Alla fine ho fatto degli errori. Avevo troppo freno motore, che ha condizionato un po' la gomma posteriore. Ala curva del Tramonto, all'ultimo giro, ho lasciato la porta aperta e Mir si è infilato. Dobbiamo migliorare su alcuni punti per la prossima gara".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"E’ stata una gara davvero molto difficile: partendo così indietro ho faticato molto a trovare un buon ritmo all’inizio - afferma Dovizioso-. Non riesco ancora ad essere competitivo come vorrei con queste gomme e lo stile di guida che ho sempre adottato negli ultimi anni purtroppo in questo momento non funziona. Fortunatamente questo martedì avremo una giornata di test qui a Misano, che sarà importante per cercare di risolvere questo aspetto. Il campionato quest’anno è davvero strano e ora siamo primi in classifica generale. Voglio vedere il lato positivo dell’attuale situazione, e continueremo ad impegnarci per tornare forti nelle prossime gare. Faccio i miei complimenti a Pecco per la sua grande prestazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nella mattinata, ragazzino perde la vita

  • Si lascia cadere nel vuoto, gesto estremo di un ragazzo

  • Col monopattino elettrico in A14, bloccato dalla polizia in autostrada

  • Stroncato da un'overdose, giovane padre di famiglia ritrovato senza vita nel garage

  • Bellaria piange la scomparsa del 13enne, proclamato il lutto cittadino

  • Ristorante riminese nel top restaurant di TripAdvisor

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento