MotoGp, Rossi e Bagnaia a terra. La Spagna conquista Misano: trionfa Vinales

Settima gara e sei vincitori diversi. E' un campionato ricco di colpi di scena ed emozionante

"Pecco" Bagnaia getta nella sabbia di Misano un'incredibile vittoria. Valentino Rossi invece la possibilità di giocarsi il campionato. Maverick Vinales non sbaglia nulla e si prende il Gran Premio dell'Emilia Romagna e della Riviera di Rimini. Venticinque punti importanti in chiave classifica, che lanciano lo spagnolo della Yamaha del team Monster Energy ad un solo punto da Andrea Dovizioso, che resta comunque leader nonostante una gara tutt'altro che entusiasmante. Il forlivese della Ducati è incappato in un'altra domenica no, chiudendo appena all'ottavo posto. "Bisogna capire insieme cosa fare e lavoremo su questo", ha dichiarato a caldo ai microfoni di Sky MotoGp il direttore generale di Ducati Corse, Gigi Dall'Igna.

Poteva essere apoteosi italiana con Bagnaia, dopo aver dominato in Moto3 e in Moto2, e invece è la Spagna a monopolizzare il podio della MotoGp. A salire sul podio infatti Joan Mir (Suzuki) e Pol Espargaro (Ktm). Menzione speciale merita Mir, autore di una grande rimonta ed in piena lotta per il titolo, a 4 punti da Dovizioso. "Sono molto contento, abbiamo trovato un setup migliore per questa gara - esclama Vinales -. Nel finale ho cercato di risparmiare le gomme per gli ultimi giri. Ringrazio tutte le persone che mi hanno sostenuto, ci sono stati periodi difficili nella nostra squadra, ma ormai sembrano passati".

"Sono molto contento, sapevo che alla fine avevo qualcosa di più e ho giocato le mie carte - racconta Mir -. Con pista libera ho fatto il mio passo e mi ha permesso di avvicinarmi a Fabio e a Pol". Il sorpasso splendido su Quartararo: "Lui frenava forte, ma tra la curva 1 e 2 ha lasciato un piccolo spazio e mi sono infilato. Poi ho visto che Pol era in crisi di gomme e l'ho passato". "Sapevamo che sarebbe stata difficile con la gomma posteriore morbida - sorride invece Espargaro -. Sono andato molto veloce all'inizio, ho cercato di spingere, ma la gomma a un certo punto era completamente finite".

Domenica amara anche per il team Yamaha Petronas: Fabio Quartararo ha pagato un'escursione fuori pista con tre secondi di penalità ed ha chiuso al quarto posto, mentre Franco Morbidelli dalla vittoria di domenica scorsa è precipitato alla nona, falciato alla Quercia al primo giro dall'Aprilia di Aleix Espargaro. Gara eccellente per Miguel Oliveira, quinto con la Ktm del team Tech 3 davanti alle Honda di Takaaki Nakagami (Lcr) e di Alex Marquez (Repsol). Decimo Danilo Petrucci, con l'altra Ducati ufficiale.

Settima gara e sei vincitori diversi. E' un campionato ricco di colpi di scena ed emozionante. Come lo è stata la gara di Misano, con Morbidelli subito metto fuorigioco da Aleix Espargaro per la lotta alla vittoria. Al secondo giro è Rossi a stendersi alla Rio, deludendo il suo popolo giallo, ma soprattutto mettendo probabilmente una pietra sulle chance mondiali. L'Italia si aggrappa così su Bagnaia, ma il torinese getta tutto alle ortiche alla curva 6 mentre era avviato ad una vittoria sicura.

"Vado a braccetto con la sfiga - esclama "Pecco" ai microfoni di Sky Sport -. La moto fa paura. A Jerez ho rotto il motore, a Brno mi sono rotto la tibia con una caduta stupida e qui stavamo dimostrando di essere i più forti. Veniva tutto facilmente. Sono caduto mentre stavo gestendo e senza esagerare e in questo modo mi dà fastidio". "E' stata una giornata difficile - confessa Rossi -. Alla staccata della 4 mi si è chiusa pizzando la leva del freno ed ho fatto un errore. Ho provato a continuare, perchè abbiamo fatto delle modifiche durante il weekend, ma non avevo un gran passo perchè la gomma scivolava. Abbiamo perso punt importanti". E così è la Spagna a prendersi la scena.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

  • Test sierologico gratuito, ecco le farmacie della provincia di Rimini che aderiscono

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento