Motomondiale, in Moto3 sulla pista di Losail Antonelli sfiora il podio

Delusione per il gruppo dei piloti riinesi che ha dovuto scontare le cadute di Batianini, Bezzecchi e Bulega mentre Migno è arrivato a punti

Un'avvicente prima gara di stagione per la Moto 3 che, sul circuito di Losail, ha visto combattere i piloti riminesi a suon di staccate da brividi. Una lotta che, fin dai primi giri, ha visto un buon Niccolò Antonelli, che partiva dalla pole, rimanere sempre attaccato al gruppo dei primi in un gruppone che si è dato battaglia a ogni curva. Il cattolichino, della Sic58 Squadra Corse di Paolo Antonelli, ha dimostrato un buon feeling con la nuova moto fino a quando, negli ultimi giri, ha cercato di agguantare il terzo gradino del podio ma, alla fine, ha dovuto cedere a Lorenzo Dalla Porta (Leopard Racing) per pochissimi millesimi. Delusione per il riminese Enea Bastianini (Leopard Racing), autore di una fantastica partenza che dalla decima casello lo ha visto arrivare fino al primo posto. Nella battaglia con Canet e Martin, però, la "bestia" al quinto giro ha perso la ruota anteriore volando fuori dal tracciato chiudendo così la prima gara del 2018. Ottima anche la prova dell'altro riminese Marco Bezzecchi (Redox PruestelGP), rimasto costantemente nel gruppo degli inseguitori che combattevano per il terzo gradino del podio. Per il pilota, però, la caduta all'ultimo giro gli è costata parecchi punti in ottica Mondiale: risalito in sella, ha concluso il Gran Premio del Qatar 14esimo con. A punti anche Andrea Migno (Angel Nieto Team Moto3) con il saludecese che ha tagliato il traguardo in decima posizione dopo una rimonta dalla 14esima casella dello schieramento. Gara anonima per Nicolò Bulega (Sky Racing Team VR46) che deve ancora scontare i problemi fisici che si è trascinato dalla scorsa sagione. Per il pilota di San Clemente una qualifica da dimenticare, che lo ha visto schierarsi col 22esimo tempo, e una fara conclusa per una caduta quando mancavano 8 giri alla fine.

"Era una gara da podio - ha commentato Niccolò Antonelli - peccato che la moto soffrisse un po' in accelerazione e mi costringessa a recuperare nella parte guidata della pista rendendo difficile attaccare chi mi stava davanti. Sono contento comunque per i punti guadagnati in classifica generale e, questo risultato, mi spinge a riprovarci alla prossima gara". "Mi sono fatto prendere la mano - ha aggiunto Enea Bastianini. - Avevo già la vittoria davanti agli occhi quando sono caduto". "Dobbiamo ancora mettere a punto qualche cosa - ha spiegato Andrea Migno. - L'importante è aver portato a casa più punti possibili ma, al momento, stiamo ancora lavorando per avere una moto ottimale". "Non è stato un weekend facile - ha concluso Bulega - lo sapevamo e abbiamo cercato di fare del nostro meglio. Stamattina nel Warm Up abbiamo trovato una buona soluzione per la gara, ma la posizione sulla griglia di partenza non mi ha aiutato. Ho dato il massimo per cercare di rimanere attaccato al gruppo, ma sono caduto. Causa il brutto infortunio dello scorso novembre, non ho potuto sfruttare al massimo la pre season e per me e la mia squadra questo è stato una sorta di test. Dobbiamo continuare a rimanere concentrati e cercare di avvicinare i più forti già dalle prossime gare". 

La prima gara del 2018 vede, in classifica generale, Niccolò Antonelli come migliore dei riminesi con 13 punti che gli valgono il quarto posto, Andrea Migno decimo con 6 punti, Marco Bezzecchi 14esimo con 2 punti.

MOTO2 - Per gli italiani in Moto2 le cose sono andate ancora meglio, con una fantastica doppietta da parte di Francesco Bagnaia e Lorenzo Baldassarri, con Mattia Pasini ottimo 4° alle spalle di Alex Marquez. Una grande vittoria, quella del pilota torinese del team VR46-Sky che il prossimo anno correrà in MotoGP con la Ducati Pramac, la prima in Moto2, che scatta in testa dalla prima curva e resta sempre al comando, con l'eccezione della penultima curva dell'ultimo giro, quando Baldassarri, capace negli ultimi giri di rosicchiare decimi preziosi al compagno di allenamenti della VR46 Academy, tenta l'attacco che varrebbe il trionfo. Bagnaia, però, è bravo a far sfilare il pilota di Sito Pons e a riprendere qualche metro di vantaggio che si porta fino al traguardo. La lotta per la vittoria, vive però anche per il problema tecnico al freno posteriore di Marquez, che durante il 15° giro, mentre difendeva da Baldassarri la seconda posizione, si ritrova con il disco incandescente, probabilmente per un bloccaggio della pinza. Dopo un giro di sofferenza, però, lo spagnolo riesce a continuare senza problemi, rintuzzando il tentativo di rimonta di Pasini. Alle spalle di Pasini, Miguel Oliveira batte in volata il compagno in Ktm, Brad Binder per il 5° posto, a punti anche Luca Marin, 9° e Simone Corsi, 14°.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento