Superbike, tutto pronto a Misano: Kawasaki ha nel mirino il record di vittorie

L'appuntamento rivierasco il portacolori della Kawasaki si presenterà con un margine rassicurante di ben 75 punti su Chaz Davies

Si attende l'accensione del semaforo verde. Conto alla rovescia per il Gran Premio della Riviera di Rimini, nono round del mondiale Superbike che vede in Jonathan Rea il padrone assoluto. L'appuntamento rivierasco il portacolori della Kawasaki si presenterà con un margine rassicurante di ben 75 punti su Chaz Davies, ovvero tre manche di vantaggio sul gallese della Ducati quando ne mancano dieci da disputare. Il nordirlandese, che a Misano ha già vinto quattro volte, punta indubbiamente al gradino più alto del podio, per regalare alla verdona il record di successi di tutti i tempi che appartiene alla Honda (119 vittorie nel campionato delle derivate di serie).   

Sulla pista che ben nove anni fa lo vide per la prima volta sul gradino più alto del podio del mondiale Superbike, Rea dovrà guardarsi alle spalle dagli attacchi del compagno di squadra Tom Sykes. L'inglese, ormai in rotta con Kawasaki, nel giro del "tutto o niente" è un autentico mastino a Misano e nelle ultime sei edizioni è sempre partito dalla Superpole. Può quindi diventare il primo della storia ad ottenere sette pole su un tracciato. Al momento condivide il record con Troy Corser (sei pole a Misano) e con se stesso, dato che ne ha conquistate altrettante a Donington Park.

Su questo circuito è la Ducati ad aver vinto il maggior numero di gare ed è la Ducati con 29 successi, l'ultimo dei quali lo scorso anno in Gara 2 con Marco Melandri.  A Misano la Casa di Borgo Panigale è salita sul podio 77 volte, un numero record su un’unica pista.  Fino ad ora Misano ha ospitato 50 gare del campione delle derivate di serie e quest’anno eguaglierà Donington, con 52. Diventeranno terzi, solo Phillip Island (55) ed Assen (54).

Il più pilota più vincente sul tracciato rivierasco è Troy Bayliss, con sei successi dal 2001 al 2007, tutti ottenuti con Ducati. Il secondo, a quota quattro vittorie, è Max Biaggi, che condivide il record con Rea e Sykes. Solo due piloti vantano più di dieci podi a Misano: Troy Corser (16) e Bayliss (11). Solo Rea può raggiungerli, dato che ne ha ottenuti 8. Per quanto concerne i marchi, Aprilia ha vinto sei volte a Misano, conquistando tre doppiette. La prima è stata ottenuta nel 2000 da Troy Corser, le successive nel 2010 e nel 2012, entrambe firmate da Biaggi. Dall’ultima doppietta, Aprilia è stata tre volte in terza posizione, l’ultima nel 2015 con Leon Haslam in Gara 2. Lo scorso anno a Misano il miglior risultato per la casa di Noale è arrivato grazie ad Eugene Laverty, sesto in Gara 1 e quinto nella seconda manche.

Nel 2010 a Misano, Corser ha regalato la prima pole Bmw nella storia della Superbike (l’ultima della carriera). La marca tedesca è salita sul podio in due occasioni, con il già menzionato Corser in Gara 1 nel 2010 (l’ultimo dei 130 podi dell’australiano) e con Haslam in Gara 2 nel 2012. Questi due terzi posti che sono anche il miglior risultato sulla pista italiana. Lo scorso anno Jordi Torres si è avvicinato al podio, chiudendo la prima manche in quarta posizione. Dei problemi alle gomme lo hanno fermato in Gara 2, che ha condotto in testa per otto giri. Honda ha vinto quattro volte qui e l’ultimo successo risale al 2009, dove in Gara 2 Rea ha conquistato la sua prima vittoria. La casa giapponese vanta 17 podi, l’ultimo due anni fa, un terzo posto di Michael van der Mark in Gara 1.

Dopo le sei vittorie dal 2014 al 2016, Kawasaki non ha ottenuto la doppietta lo scorso anno: Sykes è riuscito a salvare le sorti di Gara 1 dopo l’incidente tra Davies e Rea all’ultimo giro. La verdona vanta il doppio podio in cinque occasioni qui: Sykes e Loris Baz in entrambe le gare del 2014, Sykes e Rea in Gara 2 nel 2015  ed in tutte e due le manche due anni fa. Il numero di podi è di 23, 15 dei quali arrivati dal 2014. Yamaha ha vinto due volte a Misano: in Gara 2 nel 2006 con Andrew Pitt (l’unica vittoria in carriera per l’australiano) e Gara 1 nel 2009 con Ben Spies. Lo scorso anno Alex Lowes ha riportato Yamaha sul podio a Misano per la prima volta dal 2011, chiudendo Gara 1 in seconda posizione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

Torna su
RiminiToday è in caricamento