rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Sport Misano Adriatico

Presentata la Squadra Corse Sic58 2019 di Paolo Simoncelli

Mantenuta l'accoppiata Antonelli-Suzuki in Moto3, il team entra anche nella nuova categoria MotoE

Presentata venerdì mattina, al Misano World Circuit, la Sic58 Squadra Corse di Paolo Simoncelli che, per il 2019, sarà impegnata coi suoi piloti nel Motomondiale di Moto3, in quello della MotoE, nel Cev e nell'European Talent Cup.Confermato, in Moto3, il duo Niccolò Antonelli e Tatsuki Suzuki, a scendere in pista nella MotoE sarà Mattia Casadei, per il Cev Matteo Patacca, Hikaru Arita e Matteo Bertelle mentre, per l'European Talent Cup il duo Mattia Falzone e Mattia Volpi.

Squadra Corse Sic58 2019 (Foto Marzio Bondi)

"La Sic58 Squadra Corse - ha commentato Paolo Simoncelli - è un logo, un marchio un nome. Ma, soprattutto, è una storia, anzi due. Quella passata e quella che stiamo scrivendo. La nostra è stata una scelta coraggiosa perchè affrontare questo mondo senza Marco, ma con la presenza forte della sua assenza, e ripercorrere le piste che sono state sue non è facile. Così, dopo alcuni anni di crescita e di messa a punto del team, è arrivato il momento di puntare più in alto e realizzare quei sogni che noi tutti abbiamo. Ed eccoci qui. Chi per la prima volta, chi dopo tanti anni, tutti a supportare questa squadra. Insieme siamo una famiglia che sa benissimo che le cose migliori si ottengono con grande passione, quella che a noi non mancherà mai".

La sfida di quest'anno sarà in MotoE o in Moto3?
La Moto3 rimane una sfida difficilissima. E' una delle categorie più belle, in cui ci sono 10 o 12 ragazzini che possono vincere. Per la MotoE siamo tutti un po' curiosi ed è tutto da scoprire calcolando che, oltretutto, ci sono piloti con molti anni di esperienza. Noi, invece, abbiamo il più giovane della categoria e speriamo che si comporti bene. Oggi come oggi, in Moto3, la differenza la fa il pilota. Una volta c'erano moto ufficiali e moto standard. Adesso sono tutte più o meno allo stesso livello e, per vincere, conta messa a punto la grinta di chi la guida.

Lo scorso anno i tuoi piloti non ti hanno particolarmente soddisfatto.
Nella passata stagione potevamo fare molto di più. Speriamo di aver imparato dagli errori e andare avanti.

Dove devono migliorare Antonelli e Suzuki?
Le corse sono anche questione di fortuna. Lo scorso anno non ne abbiamo avuta molta e, per questa stagione, speriamo di averne un pizzico in più

Cosa pensi della Honda di quest'anno?
Non l'abbiamo ancora provata. Ci hanno dato solo i telai e la ciclistica. I motori arriveranno nei prossimi test però dicono che ci sono stati miglioramenti.

Aver mantenuto gli stessi piloti sarà un vantaggio?
Sicuramente. La continuità paga e, allo stesso tempo, anche l'ambientazione dei piloti. Loro hanno tutto per vincere e, come ho detto, serve solo un pizzico di fotuna in più. Lo stesso discorso vale anche per il capotecnico: è una scelta vincente.

Niccolò, come ha detto Paolo, l'anno scorso è mancata la fortuna. Come ti senti per questa stagione?
E' vero, la dea bendata non ci ha aiutato ma mi sento molto bene. Sono contento del lavoro fatto durante l'inverno e parto già molto carico perchè ho tanta voglia di tornare in pista.

Sulla carta la Honda ha migliorato la moto. Hai già sentito dei pareri o aspetti i test per esprimerti?
Lo scorso anno ci mancava un po' di motore ma, per questa stagione, sembra che abbiano migliorato la resa. A voce, e secondo i commenti dei piloti che l'hanno già provata, i miglioramenti ci sono. Io non l'ho ancora provata e mi piacerebbe esprimermi dopo esserci salito per capire se i lavori sul motore e il cambio siano soddisfacenti.

L'obiettivo per il 2019?
Sicuramente quello di fare dei podi e di portare a casa qualche vittoria ma sempre cercando di divertirmi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presentata la Squadra Corse Sic58 2019 di Paolo Simoncelli

RiminiToday è in caricamento