Prova di maturità fallita per l'Amarcord Rugby Rimini San Marino

Domenica 2 aprile, sul campo del Piacenza Rugby, è stata sconfitta 30 a 10

Una partita che, al contrario di ciò che si potrebbe pensare guardando il risultato, è stata piuttosto equilibrata. Dopo il fischio d'inizio infatti le due formazioni si affrontano a viso aperto per diversi minuti con affondi prima da una poi dall'altra parte. In questa fare emerge però uno degli elementi che saranno determinanti per il risultato finale: la supremazia dei padroni di casa nella mischia ordinata. È il Piacenza a sbloccare il risultato al 26' con un calcio di punizione infilato in mezzo ai pali. L'Amarcord avrebbe l'opportunità di pareggiare poco dopo ma Pedrini da posizione centrale sbaglia il calcio. È così nei minuti finali della prima frazione di gioco sono i padroni di casa ad allungare. Prima costringono la mischia ospite a fare falli ripetuti nel tentativo disperato di difendere l'area di meta, falli che costeranno un cartellino giallo per il pilone dell’Amarcord Davide Bacciocchi. Quindi in 15 contro 14 riescono a marcare la meta con una giocata al largo. Il calciatore non trasforma per l'8 a 0. Il primo tempo si chiude però con la reazione dell'Amarcord che guadagna un altro calcio di punizione da buona posizione ma Pedrini calcia fuori di poco.

La ripresa inizia invece all'insegna del Piacenza che sfrutta ancora i restanti 5 minuti di superiorità numerica per segnare la seconda meta. Il calciatore non trasforma e si va sul 13 a 0. Con Bacciocchi di nuovo in campo la squadra Italo-sammarinese reagisce e dopo una serie di belle giocate con i trequarti riesce a marcare la prima meta. A schiacciare l'ovale quasi alla bandierina è Alessandro Fiore. Da posizione angolata Daniele Frisoni sbaglia la trasformazione. Il parziale è 13 a 5 e gli ospiti sembrano poter ribaltare il risultato. Al 19' l'episodio che segna la partita: da un’azione in attacco l'Amarcord perde malamente il pallone che viene calciato dai padroni di casa verso la meta dove Frisoni annulla. Segue una mischia che il Piacenza vince e che porta alla terza marcatura. Il calciatore sbaglia la trasformazione per il 18 a 5. Con il morale spezzato gli ospiti subiscono al 28' anche la quarta meta, questa volta trasformata. Al 33' arriva la reazione dei ragazzi di coach Borsani che marcano la meta grazie al nuovo entrato Simone Cappellini. Pedrini sbaglia la trasformazione. Prima del fischio finale però arriva il sigillo del Piacenza che dopo una bella azione al largo manda in meta l'ala.

Questa sconfitta rappresenta un duro colpo per l'obiettivo dichiarato di voler centrare i playoff. Ora infatti, a quattro partite dalla fine del campionato, l'Amarcord è quarta in classifica con 47 punti dietro a Guastalla con 49 (che deve però recuperare una partita), Piacenza con 54 e Ravenna con 55. La prossima sfida vede in campo i romagnoli domenica 23 aprile in trasferta a Noceto contro la quinta forza del campionato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

Torna su
RiminiToday è in caricamento