Record e medaglie, Sabbioni è il re di dei campionati europei di Copenaghen

Impresa del riccionese nei 50 dorso, campione in 23”05, poi la staffetta mista maschile completa un’edizione favolosa con la 17a medaglia, un argento

E’ oro nei 50 dorso in 23”05, con il record italiano battuto di un centesimo e bruciando il nuovo marziano della specialità che guarda il sole: il ventiduenne riccionese Simone Sabbioni trionfa di due fondamentali centesimi sul russo Kliment Kolesnikov autore in 23”07 del record più amaro, il mondiale juniores, e il solido ex iridato di vasca lunga, il talento francese Jeremy Stravius autore di 23”12 e sul podio lasciando di un centesimo il bielorusso Sankovich 23”13. Sabbioni si è trasferito da settembre a Verona dove si allena con Federica Pellegrini, agli ordini di Matteo Giunta. La 17a ed ultima medaglia azzurra matura nella staffetta mista maschile che si arrende solo alla Russia da record mondiale (Kolesnikov 22”83, Prigoda 25”26, Popkov 22”11, Moozov 20”24); poi ci sono gli azzurri in 1’31”91, con 3 freschi campioni europei, ancora Simone Sabbioni 23”14, poi Fabio Scozzoli 25”45, Piero Codia 22”72 e Luca Dotto 20”60, che precedono la Bielorussia da 1’32”06; sfiorato il record italiano di 1’31”71 di Netanya, quando le medaglie azzurre furono proprio 17. 
“Credo ci impiegherò tutta la serata, per capire che ho vinto un campionato europeo”, ha commentato il campione

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

Torna su
RiminiToday è in caricamento