Rimini-Cesena, il conto alla rovescia è finito: "Chi sarà più tranquillo vincerà"

Una sfida particolarmente sentita dalle due tifoserie, quella che andrà in scena al “Romeo Neri” (fischio d’inizio ore 15), una gara egualmente sentita dagli stessi protagonisti oltre che naturalmente importante per il cammino delle due formazioni in campionato

Il conto alla rovescia è terminato, domenica sarà il gran giorno del derby Rimini-Cesena. Una sfida particolarmente sentita dalle due tifoserie, quella che andrà in scena al “Romeo Neri” (fischio d’inizio ore 15), una gara egualmente sentita dagli stessi protagonisti oltre che naturalmente importante per il cammino delle due formazioni in campionato. Mister Renato Cioffi ne è consapevole e alla vigilia dell’incontro analizza così la situazione: "Un derby che arriva nel momento giusto, sia perchè vogliamo regalare una domenica di soddisfazione ai nostri tifosi che lo meritano, ci hanno sempre sostenuti, sia per noi stessi perchè in questi mesi abbiamo raccolto meno di quanto avremmo meritato. Una sfida dunque molto importante per molteplici motivi, una gara nella quale faremo di tutto per portare a casa i tre punti”. 

L’attenzione del tecnico biancorosso si sposta sull’avversario. “Il Cesena è una squadra che pratica un buon calcio, possiede dei giovani molto interessanti, per questo dovremo stare molto attenti. Entrambe le formazioni stanno attraversando un momento particolare, ma noi siamo lì, a tre punti di distanza perchè abbiamo steccato la sfida con la Virtus Verona ma i valori sono sostanzialmente quelli. Noi probabilmente abbiamo un pizzico di esperienza in più, al di là di questo dobbiamo fare la nostra partita, pressarli, attaccare. Noi siamo questo e le cose migliori le abbiamo fatte vedere proprio quando siamo riusciti a sfruttare le nostre caratteristiche”. 

In questo senso la gara di Fano ha dato segnali molto incoraggianti: "Domenica abbiamo fatto bene per un’ora di gioco, dopo essere rimasti in inferiorità numerica la situazione è per forza di cose cambiata. Non siamo riusciti a fare gol ma per la prima volta abbiamo mantenuto la porta inviolata. Soprattutto la tenacia c’è sempre stata, abbiamo lottato con grande determinazione e spirito di sacrificio”. Per il condottiero biancorosso domenica sarà fondamentale una cosa: "Il derby è sempre una gara particolare e sentita, in questo caso lo è ancora di più per il particolare momento che stanno vivendo entrambe le squadre. Io credo che chi sarà più tranquillo, chi saprà mantenere i nervi saldi, avrà le migliori possibilità per spuntarla”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio a Roberto Casadei, un cantore della Romagna

  • Stroncato da un malore durante la pedalata, ciclista perde la vita in strada

  • Metromare, i primi due giorni corse gratis per tutti

  • L'acqua alta invade spiagge, il porto e l'area del Ponte di Tiberio

  • Picchiata dal marito costretta a un escamotage per chiedere aiuto ai carabinieri

  • Guida senza patente e fornisce le generalità della gemella sperando di farla franca

Torna su
RiminiToday è in caricamento