Rimini festeggia Matteo Ferrari, nuovo campione del Mondo di MotoE

Sono stati tanti gli appassionati e i protagonisti del mondo dei motori che, sabato sera nelle sale del Grand Hotel di Rimini, hanno voluto festeggiarlo

E’ stato il sindaco Andrea Gnassi ha consegnare nelle mani di Matteo Ferrari il riconoscimento della Città di Rimini per la prestigiosa impresa sportiva che ha permesso al giovane campione riminese di portare a casa il titolo di Campione del Mondo della classe MotoE al suo anno d’esordio tra le gare del motomondiale. "E’ una bella storia - ha detto in sindaco Gnassi consegnando a Matteo la riproduzione di una formella d’argento tratta dalla cappella dei Pianeti del Tempio malatestiano - che nasce dalla passione straordinaria che la nostra terra e le nostre genti hanno nei confronti di uno sport magnifico come il motociclismo. Una bella storia, allo stesso tempo di sport e di vita, perché nasce dall’impegno, dalla fatica, dalla costanza e dalla tenacia alimentata dal cuore e dalla passione dove contano i valori, conta il lavoro in garage anziché in vetrina. Una storia che dimostra come con l’impegno e la passione si possa arrivare a risultati di assoluto prestigio come quello che Matteo oggi ha portato a casa e nella sua città".

Sono stati tanti gli appassionati e i protagonisti del mondo dei motori che, sabato sera nelle sale del Grand Hotel di Rimini, hanno voluto festeggiarlo al termine di un’impresa sportiva che l’ha visto non solo eccellere nella nuova categoria che ha fatto quest’anno il proprio esordio tra le gare del MotoGP, ma gli ha consegnato il primo titolo di Campione del Mondo di MotoE. Presenti gli uomini del team Gresini, ma anche del mondo Ducati, guidati da Davide Tardozzi, con cui Matteo Ferrari ha corso il Civ nel team Barni nel 2017 e nel 2018, anno in cui si è classificato secondo proprio dietro al suo mentore Michele Pirro anch’egli al centro dei festeggiamenti di ieri sera. Non potevano infine mancare, oltre ai familiari e amici, i soci del Motoclub Renzo Pasolini sotto le cui bandiere Matteo Ferrari ha cominciato a correre da quando all’età di 5 anni "mio padre mi regalò una minimoto rossa e mi portò a girare nel circuito di San Mauro Mare".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Inizia lì una storia umana e sportiva densa di soddisfazioni. Non è il primo titolo importante che Matteo Ferrari ha portato nella sua Città. Campione Europeo minimoto nel 2006 a 9 anni, Campione Italiano MiniGP Junior 50 nel 2009, anno in cui vince il Trofeo Honda HIRP, nel 2010 Campione Italiano Honda Trophy Extreme, nel 2011 Campione Italiano Honda RS125GP, nel 2012 Campione Europeo Moto3, per tre anni, dal 2013 al 2015, tra i protagonisti del mondiale di Moto3 da cui passa con ottimi risultati in CIV SuperBike fino allo scorso anno, per giungere alla splendida stagione 2019 dove, alfiere del Team Trentino Gresini in una categoria nuova e difficile come la MotoE, si aggiudica il titolo con 3 podi (2 vittorie, 1 terzo posto) e 3 quinti posti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sesso in strada durante la quarantena, individuato il trio di esibizionisti

  • Buoni spesa, come richiedere il contributo: 150 euro per ogni componente della famiglia

  • Lutto nella comunità di San Patrignano, si è spenta Maria Antonietta Muccioli

  • Coronavirus, verso il blocco totale almeno fino a Pasqua: poi si valutano riaperture in "due fasi"

  • Borrelli allunga la quarantena fino al primo maggio: "Fase 2 forse dal 16"

  • Riccione non si ferma e pensa alla nuova stagione turistica

Torna su
RiminiToday è in caricamento