menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il "tour de force" del Rimini termina con una brutta sconfitta sul campo del Seravezza

L'unico lato positivo è la fine del "tour de force", quella di mercoledì è stata infatti l'ottava partita nel mese di aprile

Il Rimini a Seravezza perde 1-0 e conferma le difficoltà dell'ultimo periodo. Legittima il risultato la rete nel primo tempo di Vanni. Una brutta figura per la quarta forza del girone, contro una formazione in lotta per la salvezza ma che ha decisamente meritato i tre punti. Biancorossi poco lucidi, confusionari e con poche idee, che ben poco hanno da recriminare: l'unico lato positivo è la fine del "tour de force", quella di mercoledì è stata infatti l'ottava partita nel mese di aprile. I ragazzi di Mastronicola avranno ora dieci giorni per preparare il match del 9 maggio, in programma al "Neri" contro il Prato. 

La partita

Inizio confuso, molte imprecisioni con entrambe le squadre che non riescono a prendere in mano il pallino del gioco. Il Rimini conferma il brutto vizio dell'ultimo periodo, passando ancora una volta in svantaggio: al 18' Vanni spedisce in rete un cross basso proveniente dalla sinistra di Podestà. Ci prova Vuthaj di testa alla mezz'ora, senza però impensierire Venè. Ottima chiusura di Maccabruni sul bomber biancorosso, che sventa una potenziale occasione riminese. Dopo due minuti di recupero, si va negli spogliatoi col parziale di 1-0. 

I toscani segnano la seconda rete al 55' con Bortoletti, ma l'arbitro annulla per fuorigioco. Subito dopo si fanno vedere i romagnoli con una punizione deviata di Ambrosini, ma Venè non si fa sorprendere. Al 61' sfiorano ancora il raddoppio i padroni di casa: Vanni arriva con poca coordinazione sul cross di Granaiola, e Scotti riesce a salvare i suoi. Pecci cerca Diop in area, che manca la conclusione e il probabile pareggio alla mezz'ora del secondo tempo. Due minuti più tardi Podestà, dopo un bel giro palla del Seravezza, calcia troppo potente dal limite dell'area mandando alto. A 10' dalla fine Diop si ritrova un pallone al limite dell'area dopo una dormita difensiva avversaria, ma non riesce a impensierire il portiere col destro a giro. Grandi proteste del Rimini al minuto 86, quando il direttore di gara fischia una punizione per il biancorossi sulla trequarti ignorando la regola del vantaggio, con Casolla lanciato a rete. 

SERAVEZZA (4-3-3): Venè; Ferrante D., Ferrante L., Maccabruni, Bedini; Grassi, Bortoletti, Granaiola; Bongiorni, Vanni, Podestà (80' Saporiti). A disp. Biagioni, Moussafi, Ricci, Vannucci, Kozlov, Bagnai, Fantini, Satti. All. Vangioni.

RIMINI (3-5-2): Scotti; Manfroni (55' Pecci), Nanni, Pupeschi; Arlotti (71' Diop), Gomis, Ricciardi (86' Simoncelli), Sambou (55' Pari), Ceccarelli; Vuthaj, Ambrosini (69' Casolla).
A disp. Adorni, Giua, Viti, Lugnan. All. Mastronicola.

-> Tutti i risultati sportivi dei campionati locali

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Alla scoperta dei luoghi della fede: il viaggio è anche online

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento