Si ammaina la bandiera biancoazzurra: il Riccione si ritira dal campionato di serie D

Il Riccione Calcio si ritira dal campionato di serie D. Per il sindaco Massimo Pironi è "l'epilogo amaro di una situazione che si protraeva da troppo tempo"

Il Riccione Calcio si ritira dal campionato di serie D. Per il sindaco Massimo Pironi è "l'epilogo amaro di una situazione che si protraeva da troppo tempo, che ha offuscato e calpestato il blasone di una gloriosa società che ha visto in passato protagonisti tanti campioni in campo e grandi uomini al timone della società. Uno su tutti Bepi Savioli con al suo fianco Italo Nicoletti. Da Sindaco e da riccionese, provo ancora una volta a guardare avanti con la consapevolezza di come questo epilogo fosse ineluttabile e purtroppo, come detto tante volte in precedenza, l'unica soluzione percorribile".

"Sono mesi che affermo questo, manifestando tutta la mia contrarietà a soluzioni che non fossero frutto di progetti seri accompagnati da piani economici sostenibili e dirigenti credibili - chiosa Pironi -. C'è chi ha interpretato questa linea come disinteresse, ma ci vuole senso di responsabilità e serietà a costo di assumere posizioni scomode. Per quanto mi consentiva il mio ruolo, ho tentato ogni soluzione percorribile ma evidentemente, per chi è stato in questi anni alla guida della società, le intenzioni erano altre. Mi auguro che in futuro anche gli organi federali sportivi sappiano meglio e con maggior tempestività  comprendere quando vengono a meno correttezza e affidabilità nella conduzione delle società".

"Chi ha gestito in questi anni la Riccione Calcio ha mancato di rispetto ai riccionesi, agli sportivi, ai ragazzi e alle loro famiglie. Ora dobbiamo guardare avanti e fare riferimento alle realtà sportive sane del territorio, valorizzando i giovani con un progetto sportivo capace di coinvolgere anche nuove energie in grado di restituire, a prescindere dalla categoria, credibilità ai colori bianco-azzurri - conclude -. Un’idea che avevo avanzato cinque anni fa e che aveva trovato tutte le società d’accordo. ma che purtroppo non si è concretizzato. Riccione ha dirigenti sportivi capaci, tecnici validi e attenti nella valorizzazione dei ragazzi. Facciamo uno sforzo comune di unire le forze e far prevalere i valori della città. E’ il momento giusto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento