Rugby, il cuore della Civis non basta contro il Guastalla

Domenica 13 novembre, seconda partita casalinga consecutiva per la Civis Rimini che, sul campo di Rivabella, ha incontrato il Guastalla, in una bella giornata di sole

Domenica 13 novembre, seconda partita casalinga consecutiva per la Civis Rimini che, sul campo di Rivabella, ha incontrato il Guastalla, in una bella giornata di sole. Apertura di partita difficile per i riminesi che subiscono dopo pochi secondi la prima meta dei reggiani. Si parte quindi sul 7 a 0, anche se il Rimini si adopera per creare gioco, la squadra di capitan Racis non riesce a concretizzare gli sforzi. Bisognerà attendere il  ventesimo per vedere la meta e la trasformazione del pareggio proprio con Racis: i padroni di casa passano grazie ad una buona palla tirata fuori dopo una serie di ruck che il capitano dei pirati deposita in mezzo ai pali, 7 a 7.

È ancora Rimini a farsi avanti e ad ottenere una punizione in posizione centrale ma un po’ distante Racis prova la trasformazione ma fallisce di poco, nel momento migliore del Rimini, l’arbitro ammonisce il mediano Velato e costringe i padroni di casa in 14 per gli ultimi 10 minuti. Durante un’azione difensiva Racis cerca di liberare con il piede ma il calcio  viene  intercettato dal centro del Guastalla che si tuffa poi sul pallone in area di meta, la trasformazione non riesce e si va sul 12 a 7. La CIVIS non ci sta e si porta in attacco, il buon lavoro degli avanti costringe gli ospiti al fallo, questa volta la distanza è più breve e Racis non fallisce 10 a 12 e si va al riposo. Il secondo tempo comincia con un episodio dubbio proprio sul drop d’inizio, e gli animi si riscaldano: il Rimini perde un po’ di concentrazione e viene punita quasi subito con due mete, molto simili, dovute ad una discreta circolazione della palla da parte del Guastalla e una pessima salita difesa di Rimini, una sola meta viene trasformata e si va sul 24 a 1. Il Rimini crede nella rimonta e spinge molto con gli avanti,  molta pressione nei 22 avversari ma con solo una meta di Mangione che trasformata da Racis fissa il punteggio sul  17 a 24, alla fine solo un punto in classifica per Rimini, con il rammarico di quella meta subita in apertura d’incontro, un’altra buona prestazione dei pirati, davanti ad una squadra solida e ben preparata, sono mancati  il giusto cinismo ed un pizzico di fortuna per portare a casa l’incontro ma il divertimento per i tifosi in tribuna e per i giocatori è stato grande, grazie alla correttezza delle due squadre in campo.

Per la CIVIS Maccan ha schierato: Merloni, Ferrillo, Sivelli, Masi, Cenni, Racis, Velato, Luzio, Siboni, Trivisonne, Fornaciari, De Luigi, De Stena, Mastellari, Frisoni M., Susini, Mangione, Vandi, Ragone, Frisoni s.   

Sempre domenica nel campionato under 20, nel match sul campo di Forlì tra i padroni di casa  Forlì Rugby 1979 e la Spy Rimini Rugby risultato  36 a 6 .

Vittoria a caro prezzo nel  derby del campionato under 16 tra Mister Nut Rimini e Ravenna rugby Junior, in scena sabato pomeriggio al Dribbling di Ravenna:  quello tra le due compagini adriatiche è stato un incontro molto tirato e dai due volti, nel primo tempo la supremazia è stata dei pirati che hanno tenuto sempre in apprensione la retroguardia di casa, mettendo a segno però pochi punti, 14 frutto di tre punizioni ed una meta non trasformata, ed un secondo tempo nel quale è stato Ravenna a costruire le uniche azioni degne di questo nome, pressando gli ospiti nella propria metà campo, raccogliendo però solo 12 punti frutto di due mete di cui una soltanto trasformata. Probabilmente l’incontro è cambiato nel momento in cui il Rimini ha perso il suo mediano di mischia Giovanni Raggini per infortunio, clavicola rotta per lui, ed il gioco alla mano espresso dai trequarti sino a quel momento ne ha risentito parecchio, i ragazzi di coach Maccan avevano però già messo nel carniere i punti con due punizioni centrate rispettivamente da  Pedrini e da Casolari quasi a metà campo, e la meta di capitan Catani. Bella comunque la ripresa del Ravenna che batte sul piano fisico gli avanti della Mister Nut, con gli ultimi dieci minuti passati a ridosso della linea di meta, che costano un naso rotto per il pilone riminese Rando Filippo, due uomini in meno per i prossimi incontri della Mister Nut, per loro l’augurio di pronta guarigione da  tutti gli atleti scesi in campo.

Per il Rimini hanno giocato: Casolari, De Cristofaro, Pari, Catani, Annibali, Villani, Raggini, Serafini, Sorci, Lepenne, Sammarini, Di Rubbo, Vagnoni, Pedrini, Rando, Albini, Bordoni, Bacchini

Sempre nella giornata di sabato, ma sul campo di casa,  i ragazzi dell'under 14 si sono aggiudicati il match con i coetanei della Reno Bologna, perfetto equilibrio invece nella partita che vedeva i piratini confrontarsi con i Lyons Bologna, conclusosi con lo score fisso sullo zero a zero.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

Torna su
RiminiToday è in caricamento