menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Secondo ko di fila: una brutta Rinascita cade al PalaCoverciano di Firenze

Vince la Polisportiva Pino Firenze con pieno merito col punteggio di 83 a 79

Quattro bombe consecutive condannano la Rinascita Basket Rimini al PalaCoverciano. Vince la Polisportiva Pino Firenze con pieno merito col punteggio di 83 a 79 dopo che la squadra di coach Massimo Bernardi era riuscita ad agguantare l'overtime con tripla di Borislav "Bobby" Mladenov a pochi secondi dalla fine. Primo tempo a favore dei padroni di casa, avanti 37 a 28 dopo aver chiuso i primi dieci giri di lancette sul parziale di 22 a 18. Al terzo quarto Rimini corregge un po' la mira ed accorcia a sei le lunghezze dagli avversari, per poi riaprirla clamorosamente sul finale di ultimo quarto. Ai supplementari Firenze vola con quattro triple di fila. I biancorossi restano ancorati a quota 20 in classifica.

Sul ko pesano anche le assenze di Bedetti ed Ambrosin, quest'ultimo per una contusione a due costole, evidenziata attraverso una lastra effettuata mercoledì, che gli provoca dolore e difficoltà respiratorie. "Mi dispiace per i ragazzi, per l'abnegazione che ci hanno messo - esordisce il coach -: ci hanno creduto con spirito, abbiamo quasi vinto la partita. Siamo stati ingenui nella difesa durante il supplementare, eravamo sopra di 4 punti ed abbiamo colpevolmente lasciato liberi i loro tiratori: hanno fatto 4 canestri da tre punti quando nell'arco dei quattro quarti avevano tirato con 4/24, quello ha fatto la differenza. Siamo molto arrabbiati, ma anche lucidi sulla nostra situazione: stiamo facendo tutto al limite delle nostre possibilità, eravamo anche senza Ambrosin e Rossi ha fatto appena un allenamento dopo tre settimane a casa. Mladenov è stato molto bravo dopo 50 giorni senza giocare una partita, è andato oltre ai suoi limiti; Fumagalli ha sentito una botta al ginocchio ed alla fine non era in campo mentre Simoncelli è stato eroico a rimanere in campo nonostante avesse una coscia molto gonfia a seguito di un colpo subito. Tutti i ragazzi sono stati encomiabili, dobbiamo soltanto stringerci ed avere compattezza sperando che gli infortunati possano rientrare al più presto e continuare come abbiamo giocato nel terzo e quarto quarto: quella è la strada giusta".

Dopo un primo tempo sottotono i biancorossi hanno lottato con le unghie e con i denti anche in una situazione di emergenza: "Da qui si riparte - sottolinea il coach -. Non dobbiamo dimenticare le tre settimane in cui non abbiamo giocato: nei primi due quarti non eravamo in ritmo perchè non ce l'abbiamo, basta guardare Faenza che ha perso 5 partite consecutivi dopo essere stata ferma tre settimane. Noi non vogliamo fare così, per fare diversamente dobbiamo giocare come alla fine dove abbiamo messo il cuore e siamo andati oltre i nostri limiti e possibilità. Purtroppo bisogna valutare ancora i ragazzi che non stanno bene: la botta di Simoncelli, il ginocchio di Fumagalli, non abbiamo Ambrosin e Bedetti. Noi mettiamo il 200%, ma non ho mai vissuto una situazione così: sembra un lazzaretto, non una squadra".

Partita subito vivace con le due squadre che si affrontano a viso aperto e ribattono colpo su colpo: in casa Firenze molto attivo Passoni, di gran lunga MVP a fine partita con 26 punti, mentre per Rimini bene Simoncelli e Rinaldi (10-11 al 6'). I padroni di casa chiudono avanti il primo quarto grazie a Misljenovic, ma Crow pareggia subito i conti ad inizio secondo (22-22 al 12'). Firenze piazza un 6-0 di parziale terminato da Bruni (28-22 al 17'), Simoncelli prova a tamponare con una tripla ma Passoni e Misljenovic firmano il vantaggio in doppia cifra (37-26 a 24" dalla fine del primo tempo). Dopo l'intervallo Crow e Mladenov segnano 8 punti in fila per il -1 (37-36 al 22') prima che Passoni e Filippi ricaccino indietro i biancorossi (44-38 al 26'). Crow e Mladenov questa volta pareggiano a quota 44, ma Merlo e Bruni segnano dalla lunga distanza seguiti dai liberi di Filippi per il nuovo +8 Firenze (54-46 a 36" dalla fine del quarto). RivieraBanca vuole la rimonta e negli ultimi 10' si scatena dalla linea dei tre punti: prima Rossi e Broglia riducono il distacco (58-54 al 32'), poi Rinaldi e ancora Broglia portano il distacco ad un solo possesso pieno (66-63 al 39'), ma è Mladenov a segnare il tiro decisivo che prolunga la partita all'overtime sul 68-68. Il supplementare si apre con una tripla di Poltroneri, ma Rivali risponde con un doppio canestro e Simoncelli allunga ulteriormente da tre punti (71-75 al 42'). Poltroneri è inarrestabile e segna 5 punti in fila prima che Bruni pareggi i conti con un'altra bomba (79-79 al 44'); Merlo sigla il vantaggio Firenze con un altro tiro pesante e Rimini chiama timeout. Rivali tenta un tiro da tre punti per pareggiare la partita ma lo sbaglia, poi i padroni di casa subiscono fallo e si garantiscono la vittoria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Rimini è pronta a sbocciare con ventimila fiori, tra natura e bellezza

Sicurezza

Aceto per le pulizie di casa? Ecco come usarlo

Attualità

Ciclismo, il "Giro di Romagna per Dante Alighieri" fa tappa nel riminese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Speciale

    In fila alla cassa o sdraiati sul divano?

  • Cronaca

    Un videogame ambientato a Rimini coi personaggi della città

  • Video

    VIDEO | Tromba d'aria in mare

Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento