menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sport Days, che i giochi abbiano inizio: 10.000 atleti in gara

Davanti ad un folto pubblico di autorità, sportivi, ma anche giornalisti, fotografi e cineoperatori, questa mattina a Rimini Fiera è stata inaugurata la seconda edizione di Sport Days

Davanti ad un folto pubblico di autorità, sportivi, ma anche giornalisti, fotografi e cineoperatori, questa mattina a Rimini Fiera è stata inaugurata la seconda edizione di Sport Days, la manifestazione organizzata da Coni Servizi e Rimini Fiera in collaborazione con ANG, Agenzia nazionale per i Giovani. Fino a domenica offrirà al mondo dello sport italiano e ad ogni visitatore la possibilità di incontrarsi in un unico contesto e confrontarsi sulle novità, i programmi e le iniziative della stagione sportiva.

 Al taglio del nastro sono intervenuti il Segretario Generale del CONI, nonché Amministratore Delegato di CONI Servizi S.p.A., Raffaele Pagnozzi, il Presidente del Comitato Italiano Paralimpico Luca Pancalli, il Presidente di Rimini Fiera, Lorenzo Cagnoni, il Direttore Generale dell’Agenzia Nazionale per i Giovani, Paolo Di Caro e il Sindaco di Rimini, Andrea Gnassi. Hanno presenziato Jessica Rossi e Massimo Fabbrizi, rispettivamente oro nel trap ed argento nella fossa olimpica ai Giochi Olimpici di Londra 2012; Oscar De Pellegrin, portabandiera della delegazione italiana alle Paralimpiadi di Londra 2012 e vincitore della medaglia d’oro nel tiro con l’arco categoria W1/W2 ed Arrigo Sacchi, coordinatore delle nazionali giovanili azzurre della Federcalcio.

Presenti numerosi presidenti delle Federazioni Sportive Nazionali, degli Enti di Promozione Sportiva, delle Discipline Sportive Associate e delle Associazioni Benemerite. Ha esordito portando il saluto della città il sindaco Gnassi: “Siamo all’interno di una moderna e attiva infrastruttura, la fiera di Rimini appunto, che può essere esempio e stimolo alla crescita del Paese, così come lo sport può rigenerare le speranze della nostra Italia. In una terra vocata all’ospitalità e alla socialità come questa, lo sport trova terreno fecondo per rilanciare i suoi messaggi aggreganti e di crescita, di salute e sicurezza, così importanti per migliorare la vita e riqualificare le nostre città”.

 Il presidente di Rimini Fiera, Cagnoni, ha ricordato: “Ci sono le premesse per una grande edizione. In fiera presentiamo 14 padiglioni interamente occupati, 140mila metri quadrati di superficie espositiva (tra indoor e outdoor), 64 Organismi Sportivi, 10.000 atleti in gara, tutte le novità del mondo dello sport, con 80 eventi indoor e outdoor, gare, dimostrazioni alla presenza dei campioni degli sport olimpici e non, 40 convegni e tre nuove sezioni tematiche: il 1° Salone Professionale dell’Impiantistica Sportiva, un’area dedicata al Turismo Sportivo ed una focalizzata sull’abbigliamento tecnico per lo sport”.

Il Segretario Generale del CONI, Pagnozzi, ha invece voluto sottolineare con un’efficace metafora il valore della manifestazione: “Qui dentro – ha detto – mi sembra di essere sul campo centrale dello sport italiano. Vedo sportivi, rappresentanti delle Federazioni, tanti appassionati provenienti da tutta Italia. La miglior sintesi dello sport e della sua valenza sociale ed economica, da custodire e valorizzare”.

 

Il Presidente del Comitato Italiano Paralimpico, Pancalli, ha ribadito “il piacere di trovare in fiera un momento felice di sintesi di tutto lo sport nazionale. Qui si mostra non solo com’è, ma come sarà nel futuro. Credo che il mondo dell’attività paralimpica rappresenti al meglio la voglia di fare, di andare avanti: è uno stimolo per tutti a fare di più e meglio”.

 

Il Direttore Generale dell’Agenzia Nazionale per i Giovani, Paolo Di Caro, ha concluso: “La nostra Agenzia, che per conto dell’Unione Europea finanzia progetti per i ragazzi, non poteva non dedicare un’attenzione particolare alla realtà sportiva. Uno strumento principe per trasmettere messaggi positivi e ricordare come ogni centesimo speso nello sport equivalga a tanti euro risparmiati in sanità e integrazione. Lo sport consente ai giovani di crescere, accorcia le distanze tra i popoli. SPORTS DAYS è quindi per noi un significativo punto di partenza per essere sempre più al fianco delle nuove generazioni”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Odore di fumo in casa, 5 trucchi per eliminarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento