Sport, la promessa riminese Luca Pacioni entra nella squadra di ciclismo professionistico

Venti giovani talenti entrano nel team ideato da Ivan Basso e Alberto Contador

Luca Pacioni, classe 1993, nato a Rimini è stato scelto per entrare nella nuova squadra italiana di Ciclismo professionistico ideata da Ivan Basso con le aziende sponsor Eolo e Kometa, sviluppato assieme alla Fondazione Alberto Contador. La rosa definitiva dei nomi che compongono il nuovo team italiano, è stata presentata ufficialmente martedì da Luca Spada - presidente e fondatore Eolo - Ivan Basso, Giacomo Pedranzini – Amministratore Delegato di Kometa - e Alberto e Francisco Contador, assieme alla maglia ufficiale che i 20 componenti dell’EOLO-Kometa Cycling Team indosseranno nella prossima stagione della categoria Uci ProTeam. Pacioni è uno dei corridori più veloci nella squadra della Eolo Kometa Cycling Team. Con cinque stagioni di esperienza, il giovane atleta è destinato ad essere uno dei maggiori punti di forza della squadra. Le sue caratteristiche da velocista sono note fin dalle categorie inferiori, quando è stato forgiato nelle squadre Viris Maserati-Sisal Matchpoint e Colpack e ha vissuto un'esperienza da stagista alla Lampre al fianco dell’attuale compagno di squadra Edward Ravasi.

"Crediamo fortemente nel progetto che oggi prende ufficialmente il via e siamo entusiasti di supportare una squadra italiana di giovani talenti -afferma Luca Spada - Condividiamo con il ciclismo la voglia di unire tutto il Paese in una sola rete unica che attraversa grandi e piccoli comuni, quelli nei quali ci impegniamo ogni giorno con la nostra missione di portare internet dove gli altri non arrivano. Questo sport insegna la massima importanza del gioco di squadra, dell’impegno e della fatica per raggiungere i risultati prefissati, valori che condividiamo e che mai come oggi sono fondamentali per tutto il Paese, alle prese con la ripartenza post-covid".

Giacomo Pedranzini, amministratore Delegato di Kometa aggiunge: "Con determinazione portiamo avanti già da 3 anni il suo impegno nel sostenere i progetti ciclistici della Fondazione Contador. I nostri obiettivi e valori sono fin dall’inizio in perfetta sintonia con quelli di Alberto Contador e Ivan Basso: ci impegniamo a promuovere una corretta alimentazione e uno stile di vita attivo, senza perdere di vista l'enorme vantaggio che uno sport come il ciclismo porta all'ambiente. Grazie all’importante ingresso di Eolo il progetto assume ancora più forma, vigore e sostanza nel perimetro di valori comuni come la sostenibilità, la responsabilità e l’innovazione.”

Lo sport manager Ivan Basso: "Sono tre anni che lavoriamo a questo progetto e ora arriva il momento in cui prende un'altra forma, un'altra dimensione, un'altra velocità, un'altra speranza. Sono molto orgoglioso di poter contare su una squadra in più in Italia che entra nel grande ciclismo, con la maggioranza dei corridori italiani e un quartier generale per la squadra."
Le prime gare in cui il team concorrerà sono il GP Valencia, la Vuelta Valenciana e la Vuelta Andalucia. Il primo debutto in Italia sarà invece al Trofeo Laigueglia il 3 marzo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento