Superbike, Bautista ancora a terra: "Un eccesso di confidenza con la moto"

La domenica del pilota della Ducati del team Aruba era iniziata con la vittoria schiacciante in Superpole Race

"Un eccesso di confidenza con la moto". Alvaro Bautista tradito da Alvaro Bautista. Un errore commesso al secondo giro ha di fatto spianato la strada a Jonathan Rea, che si è preso Gara 2 del Gran Premio della Riviera di Rimini, settimo round del mondiale Superbike. La domenica del pilota della Ducati del team Aruba era iniziata con la vittoria schiacciante in Superpole Race, poi è arrivata la seconda scivolata dopo quella di Jerez, anche questa nelle battute di iniziali della gara.

"E' un peccato, perchè la Superpole Race è andata molto bene e la moto mi dava buone sensazioni - sono le parole dello spagnolo -. Nel pomeriggio ho sbagliato. Forse un eccesso di confidenza con la moto mi ha fatto spingere più del dovuto e sono caduto. Può succedere, ma è già il secondo errore dopo Jerez e sono un po' arrabbiato con me stesso. Mi serve per il futuro".

Bautista non ha imputato al grip della pista, particolarmente basso per tutto il fine settimana, la causa della scivolata alla Rio: "E' stata più colpa mia, perchè il grip è lo stesso per tutti". Lo spagnolo lascia Misano con un margine di 16 punti su Rea, che in tre prove ha recuperato ben 37 punti: "Pesano i due errori ed è quel che più mi preoccupa. Devo migliorare".

Il prossimo round si disputerà proprio a casa di Rea, a Donington: "Non lo so, è una pista molto piccola e farà più freddo rispetto a questo weekend. Non ho mai guidato con una grossa cilindrata. Non mi faccio aspettative, voglio cercare di avere buone sensazioni con la moto".

È stato un altro weekend difficile per il compagno di squadra Chaz Davies, che ha faticato in entrambi le gare di oggi. Nella Superpole Race, a seguito di una scivolata alla curva 14 nel corso del terzo giro, ha concluso la gara al 17esi mo posto, riuscendo a ripartire dopo la caduta. Dopo aver apportato alcune modifiche al set-up per Gara 2, Chaz ha sofferto la mancanza di grip e non è riuscito ad andare oltre il settimo posto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"È stata una domenica difficile per me. Nella Superpole Race ho perso l'anteriore alla curva 14 e di conseguenza non ho avuto la possibilità di partire tra i primi nove in gara 2. In seguito abbiamo apportato alcune modifiche prima della seconda gara, che non hanno funzionato come speravamo - commenta il gallese -. Le condizioni della pista erano difficili per tutti per lo scarso grip sull’asfalto. Non mi sentivo a mio agio con la moto e per ovviare al problema ho provato a cambiare il mio stile di guida durante la gara. È un po' frustrante chiudere il week end in questo modo, perché so che possiamo fare meglio. Dobbiamo analizzare bene i dati e raccogliere le informazioni per migliorare i nostri punti deboli”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • La fortuna bacia la Romagna con un "gratta e vinci" da due milioni di euro

  • Continua la galoppata dei nuovi contagiati, alunni della materna in quarantena

  • Carlo Cracco vignaiolo, lo chef inizia la vendemmia nella sua tenuta

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Facoltoso ristoratore intasca il reddito di cittadinanza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento