Superbike, il venerdì di Aragon: comincia l'avventura di Rinaldi con la Ducati

Il riminese della Ducati del team Aruba ha chiuso la prima giornata di prove con l'undicesimo tempo, a 1.302 dal compagno di squadra Marco Melandri

E' iniziata ufficialmente l'avventura di Michael Ruben Rinaldi nel mondiale Superbike. Il riminese della Ducati del team Aruba ha chiuso la prima giornata di prove con l'undicesimo tempo, a 1.302 dal compagno di squadra Marco Melandri. Il ravennate ha realizzato la migliore prestazione nel secondo dei tre turni di prove, fermando il cronometro sul tempo di 1'50"652. Jonathan Rea e la sua Kawasaki sono comunque a ridosso della rossa numero 33, ad appena 39 millesimi. A completare il poker i rispettivi compagni di squadra: Tom Sykes e Chaz Davies, rispettivamente a 197 e 473 millesimi.

"Sono abbastanza contento di questa prima giornata, il bilancio è positivo - ha dichiarato Rinaldi -. Siamo partiti bene sul bagnato ed anche in FP2 il feeling con la moto era buono. Nel pomeriggio purtroppo la pioggia ci ha rallentato un po', ma sono fiducioso che miglioreremo ancora. Voglio innanzitutto entrare in Superpole 2 e giocarmela coi 'grandi'". Bene il cesenate Lorenzo Savadori, che sta gradualmente recuperando dall'infortunio subìto a Phillip Island: il portacolori dell'Aprilia del team Milwaukee ha esordito col nono tempo. Da segnalare il dodicesimo crono di Davide Giugliano, che per tre round sostituirà il compagno di squadra di Savadori, l'infortunato Eugene Laverty. Sabato, dopo la Superpole, Gara 1 alle 13.

Superstock - In Superstock miglior tempo per la Bwm del team Alpha Racing-Van Zon-BMW di Markus Reiterberger davanti alla Bwm del team Berclaz di Roberto Tamburini. Alessandro Delbianco ha fatto il suo debutto in sella alla Bmw del team Althea, molto motivato di poter partecipare ad un campionato internazionale per la prima volta. Durante la prima sessione bagnata, l’italiano ha cominciato a prendere confidenza sia con la sua nuova moto che con la pista. Non ha perso tempo, in quanto ha chiuso le prime prove in terza posizione, grazie ad un tempo di 2’08.990. La seconda sessione si è svolta in condizioni asciutte, permettendo al giovane pilota italiano di migliorare la sua prestazione, terminando in settima posizione con un tempo veloce di 1’54.437 davanti all'Aprilia di Luca Vitali.

"Sono veramente felice, per due motivi - ha esordito -. In primis, abbiamo migliorato rispetto al test che avevo fatto qui in precedenza e poi c’è il fatto che siamo stati competitivi sia sul bagnato che sull’asciutto. Terzi sul bagnato e settimi in condizioni asciutte nel pomeriggio. Siamo in costante miglioramento, il che è molto positivo. Non vedevo l’ora di cominciare la stagione e finalmente ci siamo, sono molto carico e spero di potermi migliorare ancora sabato".

alessandro-delbianco-bmw-althea-aragon-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento