Superbike, Rea domina il weekend di Misano. Sykes e Giugliano sul podio

Rea e Sykes hanno fatto il vuoto, distanziando la Ducati di Davide Giugliano, salito sul podio e riscattando così il 14esimo posto della manche del sabato

Nulla da fare contro la supremazia Kawasaki. Jonathan Rea, dopo la vittoria di sabato, si è preso anche Gara 2, facendo sua la lotta col compagno di squadra Tom Sykes. La svolta è arrivata a cinque dalla fine, quando il nordirlandese ha sferrato l'attacco decisivo alla "verdona" numero 66 che fin in quel momento dettava il ritmo. Un sorpasso pulito, alla Variante del Parco, che di fatto segna una serie ipoteca sul campionato. I due sono divisi in classifica da ben 66 punti. Rea e Sykes hanno fatto il vuoto, distanziando la Ducati di Davide Giugliano, salito sul podio e riscattando così il 14esimo posto della manche del sabato.

"Non sono totalmente soddisfatto, perchè speravo di stare più vicino alle Kawasaki - ha confessato Giugliano -. Rispetto a sabato siamo riusciti a migliorare la moto nel setup.  All’inizio ho cercato di gestire le gomme, perché mi aspettavo che Rea e Sykes soffrissero di un decadimento delle gomme come avvenuto in Gara 1. Ho studiato i loro tempi, ma questo calo non c’è stato. Negli ultimi cinque giri invece ho fatto fatica. Comunque era importante riscattarci. E' una bella posizione. Dedico questo podio, che avrei preferito fosse una vittoria, a Pirovano e la sua famiglia (presente a Misano, ndr) . Ho combattuto come il "Piro"".

"Due podi ed una Superpole sarebbe un bilancio soddisfacente, ma io sono qui per vincere - ha dichiarato Sykes -. E' un peccato, perchè non mi sentivo totalmente a mio agio e di conseguenza non ero veloce come mi aspettavo. Jonnhy ha trovato qualcosa che l'ha reso più consistente nel finale. Approfitteremo della giornata di test per risolvere questi inconvenienti e prepararci al meglio per la prossima gara di Laguna Seca". "Sono felicissimo perchè in Gara 1 è stato difficile stare davanti e  gestire - ha commentato Rea -. In Gara 2 ho scelto di fare gestire a Tom la gara. Ho consumato meno le gomme e al momento ideale ho deciso di superarlo. Speravo di fare doppietta e ci sono riuscito. Qui a Misano ho tanti tifosi e su questa pista ho vinto la mia prima gara in Superbike".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Chaz Davies dice definitivamente addio ai sogni iridati con una scivolata al secondo giro che l'ha tolto fuori dalla corsa. Nell'incidente è rimasto suo malgrado coinvolto anche la Honda di Michael Van Der Mark, che ha chiuso la sua fatica al decimo posto. Quinto posto per Lorenzo Savadori (Aprilia) alle spalle della Ducati del team Barni di Xavi Fores. Alle spalle del cesenate del team IodaRacing si è piazzata la Honda di Nicky Hayden, che a sua volta ha regolata la Bmw del team Althea di Jordi Torres e le Yamaha di Alex Lowes e Niccolò Canepa. Tra gli spettatori anche Valentino Rossi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • La fortuna bacia la Romagna con un "gratta e vinci" da due milioni di euro

  • Continua la galoppata dei nuovi contagiati, alunni della materna in quarantena

  • Carlo Cracco vignaiolo, lo chef inizia la vendemmia nella sua tenuta

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Facoltoso ristoratore intasca il reddito di cittadinanza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento