menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di Marzio Bondi

Foto di Marzio Bondi

Superbike a Misano, Melandri ottimista dopo le libere. Davies in difficoltà

Emozioni contrastanti nel box Ducati Aruba dopo la prima giornata di prove libere del Gran Premio della Riviera di Rimini, settimo round del mondiale Superbike

Da un lato c'è un Marco Melandri soddisfatto, dall'altro c'è un Chaz Davies dubbioso. Emozioni contrastanti nel box Ducati Aruba dopo la prima giornata di prove libere del Gran Premio della Riviera di Rimini, settimo round del mondiale Superbike. Il pilota di Ravenna è il primo inseguitore delle competitive Kawasaki di Jonathan Rea e Tom Sykes, a 250 millesimi dalla virtuale position del nordirlandese. "Mi sento fiducioso - sono le prime parole del pilota di Ravenna dopo aver chiuso le prove -. Dopo i problemi avuti nelle ultime gare, con la moto che pattinava in accelerazione e in inserimento curva, siamo riusciti a tornare consistenti, grazie anche all'ottimo lavoro dopo i test. L'analisi dei dani ci ha permesso di deliberare un assetto che si è rivelato azzeccato. Sembra che siamo finalmente riusciti a metterci alle spalle i problemi".

Il lavoro non è ancora concluso: "Ora cercheremo di migliorare ancora, in particolare nel primo settore del tracciato dove le Kawasaki con gomma nuova sono particolarmente veloci, ma voglio concentrarmi soprattutto sul passo di gara prima ancora che sul giro singolo, perché in queste condizioni sarà fondamentale essere costanti. L'importante sarà poi partire davanti, perchè questa di Misano non è una pista semplie per i sorpassi.Se riusciremo a sfruttare il nostro potenziale, potremo fare una buona gara dall’inizio alla fine".

DAVIES - Più in difficoltà Chaz Davies, condizionato dal caldo e non a suo agio con la Panigale R su una pista che non gli ha riservato particolari soddisfazioni in passato: "Nei test di due settimane fa eravamo stati più competitivi, ma le condizioni meteo oggi erano diverse, più calde e più umide, ed i tempi sul giro ne hanno risentito. Dovremo lavorare sul set-up ed adattarci a queste condizioni (per sabato e domenica è previsto un calo termico, ndr)". Il gallese chiarisce i problemi incontrati nelle libere: "Mi manca un po’ di fiducia con la gomma anteriore, siamo un po’ al limite per quanto riguarda l’aderenza. Ma ci sarà da lavorare anche sull'elettronica". Subito dopo le prove Davies ha analizzato i dati con la squadra, per poi presentarsi ai giornalisti per spiegare le sue sensazioni: "Sono comunque fiducioso che sabato potremo esprimere il nostro potenziale".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Rimini è pronta a sbocciare con ventimila fiori, tra natura e bellezza

Sicurezza

Aceto per le pulizie di casa? Ecco come usarlo

Attualità

Ciclismo, il "Giro di Romagna per Dante Alighieri" fa tappa nel riminese

Salute

Stanchezza primaverile, sintomi e rimedi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Speciale

    In fila alla cassa o sdraiati sul divano?

  • Cronaca

    Un videogame ambientato a Rimini coi personaggi della città

  • Video

    VIDEO | Tromba d'aria in mare

Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento