Superbike, Tom Sykes domina Misano. Sul podio Baz e Melandri. Delude Giugliano

Il portacolori della Kawasaki, scattato dalla Superpole, ha tenuto testa al plotone dal primo all'ultimo giro, regolando di oltre cinque secondi il compagno di squadra Loris Baz

FOTO DI MARZIO BONDI

Non c'è stata storia. Tom Sykes ha dominato gara-1 del Gran Premio della Riviera di Rimini, settimo round del mondiale Superbike. Il portacolori della Kawasaki, scattato dalla Superpole, ha tenuto testa al plotone dal primo all'ultimo giro, regolando di oltre cinque secondi il compagno di squadra Loris Baz. A completare la festa del podio Marco Melandri (Aprilia), ad oltre sei secondi, dopo il brivido nel warm-up per un problema al motore.

Con questo successo, il quinto stagionale e il 19esimo in carriera, Sykes rafforza la leadership in campionato, portandosi a quota 226, con 27 punti di vantaggio su Sylvain Guintoli, solo quinto con la sua Aprilia alle spalle di un ottimo Chaz Davies (Ducati). Al paddock stretta di mano tra Sykes e Baz, ai ferri corti dopo l'incidente in Gara 1 due settimane fa in Malesia.

Chi ha deluso è Davide Giugliano, velocissimo sul giro secco, ma ancora in difficoltà sul passo gara. Il portacolori di casa Borgo Panigale, che ha sbagliato la scelta delle gomme, non è andato oltre l'ottavo posto, preceduto dall'Aprilia satellite di Toni Elias (Red Devils) e da Jonathan Rea (Honda). A completare la top ten la Suzuki di Eugene Laverty e la Honda di Leon Haslam. Il migliore delle "Evo" è David Salom (Kawasaki), che ha preceduto nell'ordine Ayrton Badovini (Bimota), Niccolò Canepa (Ducati Althea), Claudio Corti (MV Agusta) e Ivan Goi (Ducati Barni). Gara 2 scatterà alle 13.10.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

  • Disse "mare di merda" sui social, arriva il decreto di condanna per diffamazione nei confronti di Rimini

Torna su
RiminiToday è in caricamento