Superbike, Portimao amara per i piloti riminesi. Bautista batte Rea

Nella seconda gara Superbike, Delbianco è partito bene e nei primi giri è transitato al 18mo posto. Faticando a stabilire un buon ritmo, nei giri successivi l’italiano ha perso contatto con i piloti subito davanti

Alvaro Bautista torna sul gradino più alto del podio. Lo spagnolo della Ducati ha rotto il finlotto consecutive di vittorie di Jonathan Rea a Portimao che durava dal 2014, battendolo per poco più di un decimo. Il nordirlandese che si era imposto anche nella Superpole Race lascia il Portogallo con un margine rassicurante in campionato di 91 punti. Terzo posto per Toprak Razgatlioglu (Kawasaki Puccetti) davanti ad Alex Lowes (Yamaha) e Leon Haslam (Kawasaki). Sesto Loris Baz (Yamaha Ten Kate) davanti alla Yamaha di Michael Van Der Mark e quella del team GRT di Marco Melandri. Solo dodicesimo Michael Ruben Rinaldi, ultimo Alessandro Delbianco.

Commenta Rinaldi: Siamo usciti dal fine settimana con molte informazioni ma non riusciamo ancora a interpretare la moto quando le condizioni della pista sono così mutevoli. A prescindere dal risultato sono abbastanza contento dei tempi fatti registrare nella gara sprint, ma in gara 2 la pista era molto diversa e questo non mi ha permesso di spingere forte per recuperare alcune posizioni. Di solito nelle due gare della domenica riusciamo ad essere più competitivi, ma questa volta non sono stato in grado di migliorare la mia posizione. Mi dispiace molto perchè i ragazzi lavorano alla grande e mi piacerebbe regalare loro dei risultati migliori".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Non posso essere molto soddisfatto - afferma Delbianco -. Direi che è stato il weekend più difficile della stagione fino ad ora, probabilmente con la sola eccezione del mio primo weekend in Superbike. Sicuramente Portimao non è una pista facile per la nostra moto. Ho cercato comunque di fare del mio meglio ma non è stato sufficiente per colmare il gap con i piloti davanti. Ringrazio il mio team che mi ha aiutato molto come sempre".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fermato tre volte in un giorno: "Voglio godermi la vita, tanto le multe non le pago"

  • Calano ulteriormente i nuovi contagi, meno ricoverati in terapia intensiva

  • Borrelli allunga la quarantena fino al primo maggio: "Fase 2 forse dal 16"

  • Lavoratori edili in stop forzato, imprese in prima linea per affrontare l'emergenza

  • Droga party nel garage per combattere la noia della quarantena

  • Nuovi contagi: quello di oggi è il dato più basso da un mese

Torna su
RiminiToday è in caricamento