Martedì, 18 Maggio 2021
Sport

Superbike, Rea re del bagnato: "Ero nervoso, ma la moto è stata perfetta"

 Il nordirlandese, scattato dalla Superpole, ha approfittato dell'errore di Alex Lowes per prendersi Gara 1

Non ha commesso la minima sbavatura. E la precisione ha pagato. Sulla pista di Misano che l'ha visto ben dieci anni centrare la prima delle 74 vittorie nel mondiale Superbike Jonathan Rea ha colto un importante successo che gli consente di tenere aperto un campionato monopolizzato da Alvaro Bautista e la sua Ducati Panigale V4R numero 19. Il nordirlandese, scattato dalla Superpole, ha approfittato dell'errore di Alex Lowes per prendersi Gara 1. "Sul bagnato avevo girato solo nel warm-up di Imola - esordisce il pilota della Kawasaki -. Per questo motivo ero un po' nervoso, anche perché non mi aspettavo una gara bagnata. Abbiamo solo cercato di massimizzare il nostro potenziale. La moto in queste condizioni è molto stabile".

Benchè vinta con ampio, la gara è stata tutt'altro che facile. "La pista cambiava da un giro all'altro - analizza -. A volte c'era molta acqua, a volte meno. Sono condizioni che richiedono molto concentrazione, perché la moto si muove molto di più e bisogna essere molto preciso, specialmente con le linee bianche e i cordoli".

Rea ha anche raccontato il sorpasso subìto da Lowes: "Quando Alex mi ha passato, non ero disposto a correre il rischio di andare più veloce. Quando sono tornato in testa alla gara ho cercato di gestire il mio ritmo e il distacco da dietro". Domenica si tornerà a correre sull'asciutto. Si rinnoverà il duello con Bautista, anche se la Superpole Race si annuncia molto combattuta. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Superbike, Rea re del bagnato: "Ero nervoso, ma la moto è stata perfetta"

RiminiToday è in caricamento