Triathlon Sprint Città di Rimini 2017, il sigillo è di Spimi e Parmigiani

A mezzogiorno è stato il turno degli uomini. Il vento si è alzato e il mare era più increspato rispetto a quello che hanno dovuto affrontare le ragazze

È stata una mattinata ventosa quella che sabato ha accolto le gare su distanza sprint alla vigilia della quinta edizione di Challenge Rimini. Le prime a partire alle 10 sono state le donne. Sara Papais, Sharon Spimi, Cecilia D'Aniello e Sara Moretti erano le atlete maggiormente accreditate per le medaglie. La frazione di nuoto ha confermato le aspettative del pre partenza, con la Spimi che ha fatto valere le sue doti di ottima nuotatrice. L'unica che è riuscita parzialmente a tenere il suo ritmo è Sara Papais, che ha provato a recuperare il minimo gap dall'avversaria nel tratto che separa il mare dall'ingresso in T1. Sono stati condotti a ritmi molto alti i 20 km della frazione ciclistica, nonostante il forte vento. La Spimi è riuscita a spegnere le velleità della diretta inseguitrice, spingendo da sola contro il vento e imponendo un forcing notevole sui pedali. Sara Papais ha accusato un ritardo di oltre un minuto sulla battistrada in ingresso in T2, ma è riuscita a non farsi riassorbire dalle altre atlete inseguitrici. La terza ragazza a entrare in zona cambio è stata Cecilia D'Aniello.

unnamed-8-45

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

Torna su
RiminiToday è in caricamento