Un argento che vale oro quello ottenuto dalla karateka Lisa Pivi

Per l'atleta riminese un ottimo secondo posto ai campionati italiani di karate nella specialità del kata

Un argento che vale oro quello ottenuto dalla riminese Lisa Pivi, ai campionati italiani di karate nella specialità del kata. Un risultato importante perché ottenuto dominando i cinque turni preliminari vinti con il massimo scarto possibile (5-0), e impreziosito dal fatto che in finale è stata sconfitta da Terryana D'onofrio alla sua quarta vittoria consecutiva juniores. Per l'atleta del Fisiodinamik Rimini dopo il recente successo agli europei under 21 a squadre e le medaglie di bronzo ottenute a Parigi e Rotterdam nella Karate League, è arrivata un'altra bella soddisfazione, un iniezione di entusiasmo che la lancia verso il prestigioso Open d'italia che si disputerà questo fine settimana alla Play Hall di Riccione. Lisa che sarà seguita da parenti,amici e tanti appassionati avrà come sempre tutti gli occhi puntati addosso, ma la ragazza riminese è abituata a gestire la pressione prova ne sia tra i numerosi successi le sette medaglie conquistate tra europei e mondiali. "E' stata una gara molto combattuta, kata dopo kata ho preso sempre più sicurezza in me stessa, la timidezza svaniva lasciandomi solo la voglia di stare sul mio palcoscenico, il tatami. Sognavo un'altra finale come l'anno scorso contro Terryana visto l'alto livello che lei rappresenta,  sono soddisfatta degli spunti di crescita che ho potuto trarre da questa esperienza"
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento