Un oro e un bronzo per gli agonisti della sezione Judo Polisportiva Riccione

Al prestigioso Trofeo Città Murata di Cittadella (Pd) Morgana De Paoli si conferma miglior peso massimo fra le Under13 e sale sul gradino più alto del podio

Continua la corsa della sezione Judo della Polisportiva Riccione fra le maggiori gare italiane. Lo scorso 1° maggio tre judoka riccionesi sono stati impegnati in una delle più importanti competizioni del Nord Est, il Trofeo Città Murata 2017 di Cittadella (PD).   La gara ha visto la conferma del primato della giovanissima riccionese Morgana De Paoli che anche in quest’occasione si è confermata il miglior peso massimo fra le Under 13. Morgana ha infatti brillantemente superato due avversarie entrambe per ippon (il ko del judo). L’avversaria della semifinale è stata battuta dopo soli quindici secondi, con un’ottima azione di contro-tecnica a cui è seguita la schienata dell’avversaria. Nella finale, sempre dopo pochi secondi dall’inizio dell’incontro, la rivale è stata invece sconfitta da un’ottima tecnica d’immobilizzazione a terra portata dall’atleta riccionese.   Simone Michelotti dopo un lungo periodo in cui ha solo sfiorato il podio, è finalmente riuscito a conquistare un meritato bronzo fra gli Under 15, cat. 73 kg.

La prima medaglia nella nuova categoria di peso è stata il frutto di tre combattutissimi incontri. Nel primo, dopo essere passato in vantaggio, il riccionese ha fatto qualche errore d’inesperienza e si è fatto prima recuperare e poi superare dall’avversario. Nei successivi due incontri di recupero, Simone ha corretto gli errori ed è riuscito a sconfiggere due temibili avversari salendo meritatamente sul podio.   Cecilia Tencati ha partecipato alla gara in una nuova categoria di peso, i 52 kg Under 18. Ha disputato un ottimo incontro, mettendo in difficoltà in più occasioni la propria avversaria. Alla fine ha comunque subito l’azione della rivale, che ha sfruttato il maggior peso.  

"I ragazzi hanno tenuto bene il ritmo di gara - raccontano i tecnici della Polisportiva -. Morgana ha fatto una gara impeccabile senza lasciare alcuno spazio alle avversarie, le quali la conoscevano già e sono salite sul tatami agguerrite e consapevoli di avere davanti un osso duro. Simone è finalmente salito sul podio nei 73 kg e, pur facendo qualche errore tattico che gli è costato il primo incontro, ha condotto un’ottima gara. Peccato per Cecilia, che trovatasi per pochi etti in una categoria di peso superiore ne ha pagato lo scotto. Per le imminenti qualificazioni ai Campionati italiani Cadetti del 21 maggio, la cui finale si terrà a Riccione il 3 e 4 di giugno, stiamo già lavorando per valutare se il peso in più sia stato un evento fortuito, nel qual caso si cercherà di rientrare nei 48 kg. Qualora la dottoressa Stefania Raimondi, che segue i nostri ragazzi, ci segnalerà che tale peso è fisiologico allo sviluppo della giovane atleta, lavoreremo in funzione della nuova categoria. Comunque siamo ottimisti, perché Cecilia si è dimostrata competitiva anche nei 52 kg”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Alessandro Andreini la combina grossa e viene espulso dal Collegio

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Una nevicata e oltre 400mila luci per lo show di Riccione Christmas Star con la musica di Ralf

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Muore nella culla a 4 mesi, si indaga per scoprire le cause del decesso

Torna su
RiminiToday è in caricamento