MotoGp, Rossi in terza fila a Misano: "Podio? Mi mancano due decimi. Lorenzo ne ha di più"

Il "Dottore" si è complicato la vita durante le qualifiche, commettendo qualche sbavatura che l'ha rilegato in terza fila. L'impresa non è possibile

Valentino Rossi in conferenza stampa

Riuscirà Valentino Rossi in versione "Back to Misano" a salire sul podio nella gara di casa? Il "Dottore" si è complicato la vita durante le qualifiche, commettendo qualche sbavatura che l'ha rilegato in terza fila. L'impresa non è possibile, ma, ha confessato, "mi mancano due decimi. Dovremo analizzare i dati per fare qualche miglioramento qua e là sulla moto, anche nel setting. Le possibilità ci sono e ci proveremo".

Rossi ha quindi ripercorso il film delle qualifiche, che hanno visto Jorge Lorenzo centrare la pole col record del tracciato: "Ho fatto un tempo piuttosto buono, ma non è stato il giro della prima fila - ha ammesso -. Ho fatto qualche errore qua e là ed è un peccato, perchè partiremo dalla settima posizione. E' incredibile come siamo tutti vicini (399 millesimi il gap, ndr), perchè il secondo è a meno di un decimo e scattare indietro diventa tutto più complicato. Le prime curve sono molto strette e chi ci precede ha un bel passo. Sarà importante fare una bella partenza, uscire bene dalle prime curve e spingere subito fin dall'inizio e vedere come si mettono le cose".

I progressi rispetto al venerdì ci sono stati: "Il bilanciamento della moto è migliorato molto e mi trovo meglio sulla moto - ha evidenziato -. Anche in riesco ad essere più preciso e il passo con le gomme usate non è male. Da una parte sono in tanti ad andare forte, ma dall'altra parte anche io posso dire la mia". Valentino è chiamato ad una bella rimonta: "C'è chi pensa che questa è una pista dove è difficile sorpassare, ma non lo so sinceramente. E' stretta, ma ci sono tante frenate forti dove poter passare. Era infatti importante migliorare in frenata perchè sarà un fattore importante per la gara".

Il "Dottore" ha anche analizzato i punti deboli di questo weekend: "Direi che è il T2 dove soffro di più, ma in qualifica mi è venuto bene. Ho commesso diversi errori in FP4 in quel settore". Quanto alle condizioni della pista, "nonostante abbia piovuto tanto nella notte l'ho trovata migliore rispetto alle libere. Anche a vederla è più nera e gommata. C'era più grip e mi sono trovato bene".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il portacolori della Yamaha non fa pronostici: "Sarà molto difficile fisicamente, perchè sarà più caldo e quella di Misano è una pista che non lascia più di tanto rifiatare. Ci sono tante staccate forti, quindi sarà dura fare 27 giri. Secondo me le due Ducati (quelle di Lorenzo e Dovizioso, ndr) sono quelle che ne hanno di più, però anche Vinales e Marquez sono lì. Siamo comunque tutti molto vicini, quello che ne ha un pelo di più è Lorenzo. Partendo dalla prima fila può cercare di scappare". Obiettivo podio possibile? "Mi mancano due decimi - è la replica -. Dovremo analizzare i dati per fare qualche miglioramento qua e là, anche nel setting. C'è possibilità di migliorare la moto. Ci proviamo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si prendono gioco di polizia e quarantena: sesso a 3 in strada davanti al comando

  • Sesso in strada durante la quarantena, individuato il trio di esibizionisti

  • Lutto nella comunità di San Patrignano, si è spenta Maria Antonietta Muccioli

  • Ristoratore stroncato da un improvviso malore nella sua abitazione

  • Diminuiscono i nuovi contagiati. Venturi: "Faccio il tifo per Rimini, ha preso misure draconiane che danno risultati"

  • Coronavirus, verso il blocco totale almeno fino a Pasqua: poi si valutano riaperture in "due fasi"

Torna su
RiminiToday è in caricamento