Volley, la bestia nera di Viserba si chiama Stampi Italia Casette

Ogni squadra ha la sua "Bestia Nera", quella della Battistelli Viserba Volley si chiama Stampi Italia Casette. La squadra fermana, come già successo all'andata, non si fa intimorire dalla capolista

Ogni squadra ha la sua “Bestia Nera”, quella della Battistelli Viserba Volley si chiama Stampi Italia Casette. La squadra fermana, come già successo all’andata, non si fa intimorire dalla capolista e con una bella prestazione si impone 3-1. Nel primo set la sqaudra romagnola scende in campo con la formazione tipo, Morolli in regia, incorciata con Miola, Masoni e Zuccarini schiacciatrici, Montani ed Argentati al centro. La squadra di casa mette subito in mostra la sua voglia di ben figurare ed al primo t.o.t. è avanti 8-3.

Le viserbesi sono molto nervose e subiscono il gioco avversario fino al 13-7, quando i ruoli si invertono e la Battistelli inizia la rimonta a suon di attacchi e battute. Domizioli chiede tempo sul 13-10 per fermare la corsa delle romagnole, ma non sortisce l’effetto sperato. Al t.o.t le fermane sono avanti solo di una lunghezza,16-15. Da questo istante in poi si lotta punto a punto, ma nel momento cruciale del set è la squadra di Casette che avanza fino al 23-22. Sarà poi un attacco vincente di Aljcai a chiudere il set 25-23 in favore della squadra di casa.

Ma il Viserba non ci sta, e nel secondo set, aggredisce le avversarie in battuta (due ace della Zuccarini in salto) e si porta sul 4-8 al t.o.t. Prova a rifarsi sotto la Stampi Italia fino al 7-9, ma la Battistelli è superiore in ogni reparto. 10-16 il punteggio al secondo t.o.t. ed il set procede senza storia fino a quando un muro vincente della Montani metterà il sigillo per 13-25.

Nel terzo set, il Casette sembra una furia ed annichilisce le avversarie con un pesante 7-1. Punto su punto la formazione di Solforati rimonta e sorpassa sul 8-9 la squadra di casa. E’ un set combattutissimo con scambi interminabili dove nessuna delle due formazioni vuole cedere. Si va avanti in parità fino al 22-21 quando Solforati manda in campo Pironi al posto di Argentati in battuta. Sul 23 pari la Battistelli ha la palla del sorpasso ma non riesce a concludere. Una decisione dubbia della coppia arbitrale scatena le proteste delle viserbesi e Testella e compagne ne approfittano per chiudere il set 25-23.

Nel quarto set il Viserba prende il via 1-4 nonostante il cartellino giallo inflitto alla Battistelli per il reiterarsi delle proteste. La Stampi Italia non molla e lottando su ogni palla si porta avanti 8-7. La grinta e la voglia di vittoria della squadra di casa cresce e la Battistelli subisce il gioco avversario ed un pesante parziale di 6-0. Prova a rialzare la testa la squadra di Solforati che lotta fino al 18-15, poi una serie di errori a catena e la grande voglia di vittoria delle atlete di casa prendono il sopravvento ed il set finisce per 25-19.

E’ mancata la determinazione, in questa difficile trasferta. La Battistelli Viserba torna a mani vuote con la consapevolezza di dover lavorare sodo e dover crescere ancora molto perché ilo campionato è ancora lungo e sabato si torna in campo. Tra le mura amiche del PalaRinaldi, la Battistelli Viserba riceverà la visita della Sartel Olbia. Si giocherà alle ore 21.00.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Rissa tra giovanissimi in piazza, Fiori (Lega): "I soliti bambocci che creano problemi"

Torna su
RiminiToday è in caricamento