rotate-mobile
Venerdì, 27 Maggio 2022
Volley

A2: sfida da dentro o fuori per Marignano in gara 3 dei play-off

La formazione romagnola se la vedrà con la Libertas Martignacco per l'accesso ai quarti di finale

L’Omag Marignano si prepara ad affrontare un’altra super sfida, imperdibile per i tifosi delle Zie e per gli tutti gli appassionati di volley. Sul taraflex di viale Fornace Verni andrà infatti in scena gara 3 degli ottavi di finale play-off tra le romagnole e la Libertas Martignacco. Dopo gara 1 conclusasi a favore delle romagnole e gara 2 a favore delle friulane, ora tutti pronti per la “bella”: la vincente di domenica 27 marzo accederà ai quarti. Per battere Pascucci e socie, la squadra di coach Barbolini dovrà ricorrere a tutte le proprie energie, già non poco sfruttate durante questo ultimo periodo di tour de force “condito” da diversi infortuni che hanno sostanzialmente decimato la squadra.

Le Zie faranno di tutto per conquistare questo traguardo, con il pensiero alle ragazze infortunate che hanno contribuito ad arrivare fino a questo punto. Il supporto del meraviglioso pubblico del Palamarignano sarà indispensabile per sostenere Ceron e compagne in questa delicata e quanto mai decisiva partita. Stefano Manconi, presidente dell’Omag, ha rilasciato alcune dichiarazioni importanti alla vigilia di questo importante appuntamento: “È evidente che le assenze di Coulibaly e Consoli sono pesantissime per una squadra volutamente costruita in estate con una alternativa di grande spessore in ciascun ruolo, ma non possiamo fare altro che farlo diventare il nostro presupposto di partenza sia per quello che sarà il nostro cammino residuo nei play-off, sia per la finale di Coppa Italia con Brescia. In questa ottica mi auguro che le ragazze colgano anche in questa situazione l’aspetto positivo, vale a dire che quello che scenderà in campo domenica contro Martignacco rimane comunque un sestetto completo (Turco-Kriskova/Brina-Bolzonetti/Ceron-Mazzon/Bonvicini) con atlete di ruolo e di grande valore in ogni posizione del campo. Per quanto riguarda le prime due partite della serie, in gara 1 devo fare i complimenti sia alle mie giocatrici per l’approccio nei primi due set e per la caparbia resistenza al ritorno delle avversarie nei successivi due set sia alle atlete di Martignacco che, dopo essere state letteralmente tramortite nei primi due set terminati a 12, hanno comunque trovato grande volontà di reazione arrivando ad un passo dal tie-break”.

Il numero uno della società riminese ha poi aggiunto: “Non nascondo al contrario una certa delusione per quanto accaduto in gara 2. Nonostante una partenza estremamente incoraggiante con un primo set vinto abbastanza agevolmente senza peraltro strafare e 27 errori avversari nei primi tre set, il nostro è stato un approccio timoroso, poco aggressivo, preoccupato. Francamente pensavo che le sconfitte maturate in particolare con Olbia, Sant’Elia, Macerata, Sassuolo ci avessero insegnato che siamo una squadra costruita per giocare in maniera aggressiva e che non possiamo permetterci di avere approcci alla gara timorosi e preoccupati. Mi auguro di vedere finalmente una cornice di pubblico degna di queste due squadre e di una gara 3 di playoff promozione e colgo l’occasione per ringraziare pubblicamente le società, a partire proprio da Martignacco e Brescia, e le atlete avversarie che ci hanno inviato messaggi di solidarietà per quanto accaduto alle nostre Coulibaly e Consoli”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A2: sfida da dentro o fuori per Marignano in gara 3 dei play-off

RiminiToday è in caricamento