rotate-mobile
Sabato, 26 Novembre 2022
Volley

A2: ultimo test match per l'Omag Marignano prima del debutto in campionato

Finisce in parità l'allenamento congiunto contro Sassuolo, altra formazione che prenderà parte alla seconda categoria nazionale

L’allenamento congiunto di “ritorno” con il Bsc Materials Sassuolo, che si è svolto domenica 16 ottobre al Pala Marignano, è terminato in parità (2-2; 25/19; 24/26; 25/16; 30/32). Per l’Omag-Mt si è trattato dell’ultimo test pre-season. Con il rientro di Maria Adelaide Babatunde, coach Barbolini ha fatto scendere in campo Turco in regia in diagonale con la montenegrina Perovic, bande Bolzonetti e Rachkovska, al centro Babatunde e Parini, libero Caforio. Al termine di quasi due ore di allenamento i tecnici possono essere soddisfatti di quanto visto in campo. Sassuolo, ancora una volta, si è manifestata una bella realtà, con un’ottima organizzazione muro-difesa.

Nei tre set in cui Barbolini ha giocato con la formazione base, sono giunte buone notizie anche per l’Omag-Mt perché le atlete marignanesi hanno giocato una buona pallavolo. Buona la prestazione a muro e ottimo il rientro di Babatunde. Nel primo parziale, vinto con il punteggio di 25/19, il sestetto marignanese ha sempre mantenuto 4/5 punti di vantaggio. In questa prima fase si notano in attacco i colpi di Perovic, Bolzonetti e Babatunde. Con una bella e potente parallela di Bolzonetti e l’errore in battuta di Manfredini, l’Omag-Mt si porta a 8 lunghezze di distanza (16/8). Il Sassuolo riprende quota grazie al punto della palleggiatrice Scacchetti, al pallonetto di Busolini e ai due muri consecutivi vincenti su Rachkovska e Bolzonetti. Il tempo chiamato dall’allenatore marignanese riporta ordine fra le fila dell’Omag-Mt con le atlete di coach Barbolini che chiudono il set con una bella azione di Parini.

Ottimo il fondamentale della ricezione: 56% positiva, 44% perfetta e con la bulgara Rachkovska sugli scudi (80% pos., 40% prf). Nel secondo set è ancora una volta il sestetto di casa che parte forte e sembra essere in grado di controllare l’andamento del gioco.  Alcuni errori di troppo delle marignanesi costringono il tecnico locale a interrompere il gioco sul punteggio di 7/5 e 13/12. Il Sassuolo sorpassa 14/15. Coach Barbolini esegue il doppio cambio (entrano in campo Covino e Aluigi per Turco e Perovic). La gara prosegue punto a punto poi gli errori di Perovic, Babatunde e Rachkovska spianano la strada alla vittoria del parziale al sestetto ospite (24/26). Nel terzo set è il sestetto di Sassuolo a dominare la prima parte della gara portandosi avanti di tre lunghezze (7/10). I colpi di Perovic, Bolzonetti e Salvatori sommati agli errori in battuta di Dapic e Manfredini e in attacco di Pomili, conducono il sestetto di San Giovanni a compiere il sorpasso (15/14).

Il tempo chiamato da coach Venco non interrompe il dominio marignanese che chiude con facilità il set (25/16). Nel quarto set si assiste a una rotazione delle giocatrici da entrambi i lati. La gara prosegue con belle, lunghe e combattute azioni. Il Sassuolo si mantiene avanti di due lunghezze per tutto il corso del set e chiude ai vantaggi con il punteggio di 30/32. “Oggi - afferma il presidente Stefano Manconi - abbiamo giocato contro una bella squadra che ha mostrato un’ottima organizzazione muro-difesa. Le nostre giocatrici hanno disputato tre ottimi set. Quando abbiamo commesso solo 5 errori, come nel primo e terzo gioco, abbiamo vinto con largo margine. Nel terzo set, nonostante i 13 errori commessi, abbiamo perso 24/26. Sono molto contento per l’ottimo rientro di Babatunde e della prestazione a muro. In generale gli attacchi delle due squadre, prosegue il presidente, hanno faticato abbastanza forse per l’ottimo muro-difesa messo in mostra da entrambi i sestetti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A2: ultimo test match per l'Omag Marignano prima del debutto in campionato

RiminiToday è in caricamento