Riccione, gli studenti donano sei murales agli anziani della Casa Nuova Primavera

Nello scorso fine settimana gli studenti delle classi terze hanno incontrato gli anziani della Casa Nuova Primavera ai quali hanno donato sei murales nell'ambito del progetto "Laboratori extrascolastici, la scuola del fare e del sapere" portato avanti dai due istituti scolastici

Il mare e la collina sono i soggetti dei murales realizzati dagli alunni delle scuole secondarie di primo grado degli Istituti Comprensivi 1 e 2 per la “ Casa residenza per anziani Nuova Primavera” e il “ Centro 21”. Nello scorso fine settimana gli studenti delle classi terze hanno incontrato gli anziani della Casa Nuova Primavera ai quali hanno donato sei murales nell’ambito del progetto “Laboratori extrascolastici, la scuola del fare e del sapere” portato avanti dai due istituti scolastici. Nel corso della visita guidata con i dirigenti scolastici e l’assessore ai Servizi Sociali del Comune di Riccione Laura Galli, è stata brevemente illustrata l’iniziativa che consentirà di abbellire e “colorare” la struttura. L’assessore ha auspicato che tale collaborazione possa continuare anche in futuro, sottolineando come la cura dei luoghi in cui ci troviamo a vivere abbia una funzione terapeutica, predisponendo le persone ad una maggiore armonia interiore favorendone il benessere.  Ad allietare il pomeriggio anche un’esibizione del Coro “ Le allegre note”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sorpresa al ristorante: arrivano gli ospiti di 'Ballando con le Stelle'

  • Spaccata nella boutique, razzia di costosi capi di abbigliamento e borse griffate

  • Insieme nella vita e nel lavoro, marito e moglie riaprono il supermercato in via della Fiera

  • Fratelli separati alla nascita, la sorella scomparsa riappare a Cattolica dopo 50 anni

  • Un locale del Borgo San Giuliano premiato tra i migliori 50 ristoranti low cost d'Italia

  • Investe una donna con i suoi tre cani sulle strisce pedonali e scappa: è caccia al pirata

Torna su
RiminiToday è in caricamento