Crolla la briglia a Ponte Verucchio, la piena dell'acqua procede senza freni: nessun pericolo a valle

Le forze dell'ordine stanno monitorando costantemente. Il presidente Riziero Santi: "Ho convocato un tavolo tecnico per valutare gli sviluppi, la situazione è complessa"

Paura nel verucchiese, dove in mattinata, alle 10.30, è crollata la diga della briglia a monte di Traversa Marecchia, all'altezza della frazione Ponte Verucchio. Nella tarda mattinatasi è tenuto il sopralluogo conginuto di vari enti: impegnati Comune di Verucchio e Comune di Poggio Torriana, provincia di Rimini, protezione civile, polizia municipale e carabinieri. La struttura ha ceduto ed ora la forza dell'acqua procede verso valle senza ostacoli o rallentamento. La situazione è monitorata e il crollo è visibile dal ponte adiacente attraversato dalla strada provinciale 14.

Paura in Valmarecchia e in Valconca, la situazione dei fiumi e i danni

Il VIDEO del crollo della briglia

Seguono aggiornamenti

Il fondo per i lavori già in programma

Proprio a fine aprile è arrivata la conferma da parte del Comune che la Regione ha stanziato 850mila euro per mettere in sicurezza la “briglia” già franata all’altezza di Ponte Verucchio sul Marecchia a Ponte Verucchio. L’Amministrazione comunale di Verucchio ha commentato il 27 aprile che "Già a maggio il via ai lavori del Consorzio di Bonifica che daranno una risposta importante ai problemi emersi, salvaguardando e rafforzando il ponte e l’impianto di produzione di energia idroelettrica”.

L'intervento del presidente della Provincia

Sul crollo della briglia l'allerta è massima, anche se il presidente della Provincia Riziero Santi precisa che non ci sono pericoli imminenti. "Abbiamo tutto sotto controllo, ma ho convocato per martedì alle 11 un tavolo tecnico con i soggetti interessati". Provincia, comuni, prefettura e Servizio tecnico di bacino (STP) devono dialogare sul da farsi e mettere insieme forze e competenze. "La situazione è complessa e monitoriamo costantemente, la briglia dista dal ponte circa 250 metri, l'alveo del fiume Marecchia in quel punto è argilloso, è molto duro e resistente, non si rischiano esondazioni. Al momento non riteniamo che sia da interrompere la circolazione sul ponte, se ci fossero dubbi lo chiuderemmo senza esitazioni".

L'intervento sulla briglia era già in programma, "c'era già stata in passato una frana e dalla Regione sono stati stanziati 850mila euro per la messa in sicurezza, la situzione è precipitata con questa ondata di maltempo. Stiamo monitorando su tutto il corso compresa la parte a valle e per Rimini non ci sono rischi. Questa fiumana ha rotto la briglia e si è accelerato lo scorrimento dell'acqua

Cos'è la briglia

La briglia è un'opera posta trasversalmente all'alveo in cui è fondata, concepita per la sistemazione idraulica dei torrenti montani. E' costituita da un muro a sezione generalmente trapezia con paramento di monte spesso verticale ed una fondazione (posta sottoterra) in alveo e sulle sponde sulle quali il muro stesso si immorsa. La briglia costituisce uno sbarramento che trattiene il materiale proveniente da monte, vengono infatti realizzate per proteggere i versanti posti a monte delle stesse da fenomeni franosi. Proprio come indica la parola, "la briglia serve a imbrigliare il corso dell'acqua e farlo confluire in modo corretto, è un'azione artificiale di contenimento - spiega Santi - quella a Ponte Verucchio è realizzata in cemento.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Metromare, ufficializzate le tariffe della tratta Rimini-Riccione

  • Sesso a tre col transessuale finisce a sassate, nei guai coppia di fidanzati

  • L'autobus fa salire i passeggeri alla fermata e una macchina lo tampona in pieno

  • Trasporto pubblico, gli autisti incrociano le braccia

  • Mare d'inverno, chiringuito e cupole sulla spiaggia di Riccione

  • Molestie sessuali ad una bimba di 4 anni, papà a processo accusato di pedofilia

Torna su
RiminiToday è in caricamento